Biblioteca del Mare

 

Recensioni di alcuni dei libri che sono negli scaffali della mia libreria,

seguite da una vasta bibliografia di libri dedicati al mare e alle immersioni

 

Queste pagine contengono i titoli e le recensioni di moltissimi LIBRI DI MARE, in particolare di quelli dedicati al mondo sommerso e all'immersione subacquea. Partendo dalla sessantina di volumi che si trovano negli scaffali della mia libreria, ho cercato di offrire agli appassionati del mondo sommerso una sorta di "bussola" per orientarsi in questo... MARE DI LIBRI.

Molto spesso, parlando con degli amici subacquei o semplicemente con delle persone che amano il mare, mi capita di discutere di attrezzature subacquee, di teorie sull'immersione, o di altri argomenti trovati nei libri finiti nelle mie mani, che magari mi sono stati prestati da un amico o da qualcuno in vacanza. In queste pagine ho voluto fare semplicemente un elenco di alcuni di questi libri, scrivendo una breve recensione di quelli che possiedo ed esprimendo il mio parere su quelli che ho letto e che fanno parte della mia personale "BIBLIOTECA DEL MARE".

 

VI AUGURO UNA BUONA LETTURA !

 

INDICE - Clicca sul titolo del libro che ti interessa per leggere la recensione

1a DA SOLO NEL RELITTO   di Marcello Polacchini
1b OVUNQUE C'E' ACQUA  di Marcello Polacchini
1c IL RITORNO di Marcello Polacchini
2 DEEP DIVING
3 MIXED GAS DIVING
4 DOING IT RIGHT
5 DA 0 A -100 METRI
6 L'IMMERSIONE IN MISCELA
7 RELITTI DEL MEDITERRANEO
8 NEL BLU PROFONDO
9 LIGURIA IN BLU
10 DA ZERO A MENO SESSANTA
11 NELL'ANIMA DI UN RELITTO
12 BLU PROFONDO
13 IO C'ERO
14 PETROLIERA MILFORD HAVEN
15 MANUALE DI SPELEOLOGIA SUBACQUEA
16 I SEGRETI DELL'ADRIATICO
17 IMMERSIONI DI ISTRIA, QUARNERO E DALMAZIA
18 DECOMPRESSIONE AL COMPUTER
19 SPELEOLOGIA MARINA
20 PALINURO SUB
21 Meraviglie del Mediterraneo
22 FLORA E FAUNA DEL MEDITERRANEO
23 BARRIERE CORALLINE
24 ATLANTE DEI PESCI DEL MEDITERRANEO
25 Le più belle immersioni nei mari italiani
26 30 anni di blu
27 GUIDA AI RELITTI DEL MAR ROSSO
28 I grandi relitti del Mar Rosso 
29

LA DECOMPRESSIONE

30 IL MIO MAR ROSSO
31 SCUBA DIVING - MALTA, GOZO, COMINO
32 PROFONDAMENTE
33 BOLLE. MANUALE FEDERALE D'IMMERSIONE
34 MARE SEGRETO
35 MARE
36 FIGLI DI UNA SHAMANDURA
37 CORALLARI
38 HMS THUNDERBOLT
39 GRAFFITI DELLA SUBACQUEA ITALIANA
40 RELITTI E NAVI SOMMERSE - LIGURIA E TOSCANA
41 DISPOSITIVO AMPLATZER - DIARIO D'IMMERSIONI
42 ARIA PROFONDA
43 DIARIO DI TONNARA
44 I MIEI MARI
45 Manuale di speleologia subacquea
46 Guida alle immersioni nelle isole italiane
47 Il sale e il sangue
48 Profondità fatale
49 Corso di fotografia
50

"U-Boot 455" Il sottomarino della leggenda.

51 DECO FOR DIVERS
52 ANDREA DORIA. UN NAUFRAGIO PIENO DI MISTERI
53 LA LAGUNA DI TRUK
54 INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO
55 BLU ESTREMO. OLTRE L'IMMERSIONE PROFONDA
56 SINAI DIVING GUIDE
57 ISOLA D'ELBA. GUIDA SUBACQUEA ILLUSTRATA
58 IMMERSIONI. LUOGHI INSOLITI E TECNICHE
59 SUBACQUEOLOGIA
60 CAVITA' SOMMERSE
61 OLTRE IL RELITTO
62 IMMERSIONE: NELL'OMBRA DELLE EMOZIONI
63 PALOMBiRO. PAGINE DAL FONDO
64 I PERCORSI DELLO STRETTO
65 Ocean Life: a journey beneath the sea
66 RELITTI DI SICILIA. ARCHIVI DELLA MEMORIA
67 IL MEGLIO DELL'ITALIA SOTT'ACQUA

Bibliografia dei libri sul mare

Per vedere ALTRI 300 TITOLI di libri che parlano

dell'universo sommerso clicca sul pulsante qui sopra.

 

All'interno della Libreria Feltrinelli, in Galleria Vittorio Emanuele, Milano

 ...nel reparto "Letteratura di Mare" uno dei miei libri fa bella mostra di sè .

E' abbastanza naturale che le recensioni dei libri della mia biblioteca dedicata al mare comincino con quella... del PRIMO LIBRO che io ho scritto nel 2009.

Titolo: DA SOLO NEL RELITTO

Autore: Marcello Polacchini

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Collana: "Maree Alesia"

Anno: 2009

Tipologia: Narrativa biografica

Dimensioni: 15x21 pagg. 176 (copertina in brossura con risvolti)

Prezzo: 15,00 €

ISBN: 978-88-87376-47-0

 

"Tutto questo scorreva veloce nella mia mente mentre ero intrappolato nella pancia del "Dezza". Era come vedere il film della mia vita, lungo e intenso in certi momenti, ma tutto sommato troppo breve.  Ma ormai non c’era più tempo. L’aria delle mie bombole calava rapidamente. Ne ero perfettamente consapevole, mi domandavo che cosa sarebbe accaduto quando l’aria fosse finita, quando avrei sentito l’erogatore diventare più “duro” e mi sarei reso conto che mi sarebbe mancato davvero poco da vivere. Avrei sentito come un colpo, l’aria tirata dal mio erogatore non sarebbe più arrivata..." 

 

L'autore

Marcello Polacchini, libero professionista, vive e lavora in riva al mare, sulla Riviera del Conero, nei pressi di Ancona.

Nato a Venezia, figlio e nipote di due ammiragli della Marina Militare, ha ereditato da questi la passione per il mare, che fa parte del suo DNA.

Per oltre vent’anni ha navigato in barca a vela, regatando in tutto in Mediterraneo anche come professionista poi, nel 1995, ha iniziato quasi per caso ad immergersi sott’acqua e, da allora, ha conseguito diversi brevetti e dedica ogni suo momento libero all'attività subacquea.

Dopo aver collezionato centinaia di tuffi nelle condizioni più disparate, ha deciso di raccogliere le sue esperienze in questo libro, a partire da quella che stava per rivelarsi un’immersione fatale, raccontando il suo speciale rapporto con il mare.

 

Recensione

Durante un'immersione Marcello resta intrappolato nel relitto di una nave. In quei drammatici momenti l'autore ripensa alla sua vita trascorsa a contatto con il mare,  dapprima in barca a vela, poi sott'acqua.

Nella sua mente affiora il ricordo del suo percorso di crescita subacquea durato una decina d'anni e caratterizzato da immersioni sempre più impegnative che lo portano a scoprire a poco a poco il suo amore per la profondità e l'esplorazione dei relitti e al tempo stesso lo spingono a scavare nella sua anima alla ricerca di se stesso.

Il racconto delle immersioni più belle accompagna il lettore alla scoperta di alcuni dei luoghi più affascinanti del Mediterraneo, sino a quando si trova a vivere l’immersione che sta per rivelarsi fatale a Marcello e sente l’angoscia di quei difficili momenti trascorsi in fondo al mare, dove il tempo sembra non passare mai.

 

Alcuni commenti...

 

Alessandro Marroni

Caro Dr. Polacchini, ho letto con piacere e "coinvolgimento" il libro.

Il racconto "scorre" bene, il tema, per chi è sub ed ama il mare, "prende" e, nonostante quello che lei mi ha in confidenza detto, mi sono trovato a "partecipare".

Non ho critiche, ci mancherebbe che mi arrogassi il diritto di farle, ma apprezzamento in generale per aver voluto aggiungere anche fantasia al patrimonio degli scritti sull'immersione.

Il nostro mondo non ha bisogno solo di articoli tecnici, belle foto o pezzi promozionali di questa attrezzatura o quella destinazione, ma anche di narrativa che coinvolga emotivamente i sub e li faccia sentire vicini al mare anche in modi diversi dalla sola penetrazione.

Ancora grazie per avermi fatto dono del libro.

Molto cordialmente.

Dr. Alessandro Marroni, M.D.

President & CEO, DAN Europe Foundation

Chief Medical Officer, DAN Europe Foundation

President IDAN (International Divers Alert Network)

 

Cristina  Freghieri

Ciao carissimo,

ho letto il tuo libro e confermo la trasparenza dell'amore e della passione che emerge tra le righe! BRAVO!

Al momento personalmente non ho grandi spazi per gli impegni che si sono accavallati (sub, serate e lavoro!!!). Per gli spostamenti, quelli importanti, per scaramanzia non ne parlo mai prima, comunque credo che l'Argentario lo potrò mettere in nota dopo l'estate. Comunque restiamo in contatto mi fa piacere!!

Un caro abbraccio.

Cristina

 

Stefano Stolfa

Ciao Marcello.

Ho aspettato di essere nel posto che io amo di più in assoluto, in barca in Sudan alla ricerca dei grossi branchi di martelli, per poter leggere un libro che parlava non di subacquea, ma dell'emozione della subacquea.

Che dirti...

Scrivi ancora se ne avrai voglia, abbiamo bisogno di persone come te che riescono a tradurre in parole quello che proviamo solo noi subacquei.

Davvero bello Marcello!

Ho molti conoscenti subacquei, ma poche persone che "sentono" il mare, credo che tu sia uno di questi.

Sentiamoci e facciamo qualche tuffo assieme.

Ciao.

Stefano Stolfa
Training Manager SSI Italia

 

torna all'indice

Ho iniziato quasi per gioco per raccontarmi, ma poi ci ho preso gusto e così nel 2011 ho scritto un altro libro...

Titolo: OVUNQUE C'E' ACQUA - Immerso nel blu dei ricordi

Autore: Marcello Polacchini

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Collana: "Maree storie del mare"

Anno: 2011

Tipologia: Narrativa biografica

Dimensioni: 15x21 pagg. 357 (copertina in brossura con risvolti)

Prezzo: 18,00 €

ISBN: 978-88-87376-80-7

 

I miei "log-book" sono contenuti in una scatola. Ogni volta che la apro, è come se aprissi lo scrigno dei ricordi,  Mi basta scorrere quelle pagine, per rivivere i momenti più belli della mia eterna storia d’amore con il mare.

Anni fa ho deciso di condividere le mie esperienze e di trarne un libro: "Da solo nel relitto".

Da allora ci sono stati altri momenti indimenticabili, nuove avventure, incontri con persone speciali, emozioni ...

Ed eccomi di nuovo qui a raccontare la storia da dove si era interrotta.

 

«Laggiù mi sento immerso nella mia anima, proiettato n un'altra dimensione, dove pensieri ed emozioni fanno rumore... e mi obbligano ad ascoltarmi.»

 

Recensione

Il viaggio dell’autore nel mondo sommerso - iniziato con "Da solo nel relitto"- prosegue con il racconto di altri momenti emozionanti vissuti "Ovunque c’è acqua" e con la descrizione dell’incontro con persone speciali avvenuto durante il suo percorso subacqueo: momenti e persone che Marcello conserva nella mente e nel cuore, tra i suoi ricordi più cari.

I resoconti delle immersioni, accompagnati da schizzi e disegni dell’autore stesso, diventano la testimonianza viva del suo immenso amore per il mare e per l’acqua in generale, un elemento che gli dà l’opportunità di scavare profondamente nella sua anima alla ricerca di se stesso.

 

L’autore

Marcello Polacchini, nato a Venezia, ha ereditato dal padre e dal nonno, entrambi ammiragli della Marina Militare, la grande passione per il mare.

Libero professionista e scrittore, vive e lavora nelle Marche, in una casa affacciata sul mare della Riviera del Conero.

Dopo aver navigato e regatato in barca a vela per oltre vent’anni, ha iniziato a immergersi nel 1995 e oggi ormai dedica la maggior parte del suo tempo alla subacquea e al racconto delle sue emozioni.

 

torna all'indice

Non poteva non esserci un seguito di "Da solo nel relitto", ed ecco che nel 2014 ho deciso di fare un regalo ai miei lettori scrivendo un libro che possono scaricarsi gratuitamente...

Titolo: DA SOLO NEL RELITTO. IL RITORNO

Autore: Marcello Polacchini

Anno: 2014

Tipologia: Narrativa biografica

Dimensioni: pagg. 60 in formato .pdf

Scarica da qui il testo in formato .pdf

torna all'indice

Recensione
Questo è il seguito del mio primo libro "Da solo nel relitto", un romanzo che mi ha fatto conoscere alla comunità dei subacquei e che prevedeva una seconda parte mai pubblicata.  Ho deciso di scriverla dopo qualche tempo e di pubblicarla qui nel mio sito, perchè «La storia iniziata anni prima nel relitto del "Giuseppe Dezza" non si era conclusa del tutto. Quel relitto aveva un debito verso di me, ed era come un fantasma che mi ossessionava. Dovevo assolutamente ritornare laggiù per scacciare quel fantasma per sempre…»


Marcello Polacchini

Nato a Venezia, discendente da due generazioni di ammiragli della Marina Militare, Marcello ha il mare nel suo DNA.

Fin da bambino dimostra un’innata passione per il mare e le barche a vela, imparando ad andare a vela in laguna sul Dinghy 12 piedi, piccola barca monoposto con una sola vela.

Trasferitosi a La Spezia, per oltre vent’anni naviga su diverse barche, regatando in tutto in Mediterraneo.

Ritornato nel Veneto e laureatosi in giurisprudenza, negli anni ottanta intraprende un lavoro che a poco a poco lo allontana dal mare e dalla sua passione per le regate veliche.

Soltanto nella metà degli anni novanta, trasferitosi a vivere in riva al mare nei pressi di Ancona, inizia ad immergersi sott’acqua, rimanendo letteralmente stregato dal mondo sottomarino.

Da allora, dedica ogni suo momento libero all'attività subacquea e al racconto delle sue emozioni più profonde.

 

 

Titolo: DEEP DIVING - Guida avanzata alla fisiologia, alle procedure ed ai sistemi

Autori:  Bret  Gilliam, con la collaborazione di Robert Von Maier e John Crea

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Collana: "Maree"

Anno: 2007

Tipologia: Manuale

Dimensioni: 15x21 pagg. 431 (copertina morbida)

Prezzo: 25,00 €

ISBN: 88-87913-77-3

 

Recensione

Un libro un po’ datato (la prima edizione americana è del 1992) , che costituisce ancora la “Bibbia” di tutti i subacquei tecnici. Il manuale fornisce con linguaggio semplice e diretto una panoramica bilanciata sui lati più affascinanti dell'immersione profonda e i suoi pericoli più insidiosi.

Un'introduzione dedicata all'avvincente e tragica storia delle immersioni profonde dà al lettore l'opportunità di usufruire degli errori e delle esperienze accumulate in migliaia di immersioni condotte alla ricerca dei limiti reali dell'immersione sportiva. I capitoli successivi affrontano temi quali l'immersione con decompressione, la gestione della narcosi da azoto, l'esposizione all'ossigeno, l'immersione sportiva a miscele, gli apparati di respirazione a circuito chiuso e altri argomenti che da sempre suscitano la curiosità e l'interesse dei subacquei più appassionati.

Questo libro è stato adottato come testo di riferimento per i corsi di immersione avanzata e tecnica dalle principali agenzie di addestramento mondiali.

Si tratta di un manuale raccomandato a tutte le persone interessate ad ogni aspetto dell’immersione profonda: un vero e proprio testo di riferimento per la conduzione in sicurezza delle immersioni avanzate.

torna all'indice

 

Titolo: MIXED GAS DIVING - Immersione a miscele

(edizione italiana)

Autori: Tom Mount e Bret Gilliam
Editore: Magenes Editoriale, Milano

Collana: "Maree"

Anno: 2007

Tipologia: Manuale

Dimensioni: 15x21 pagg.495 (copertina morbida)

Prezzo: 25,00 €

ISBN 978-88-87913-78-1
 

Recensione

Si tratta del primo libro sul tema delle immersioni a miscele disponibile al di fuori del circuito commerciale/militare. E’ un manuale che si compone di dettagliate sezioni che spaziano dalla storia dell'immersione alla gestione delle decompressioni, facendo una panoramica sulle malattie e gli incidenti subacquei. Il volume, estremamente completo, descrive le procedure operative indispensabili per pianificare e gestire un'immersione, illustra la produzione di miscele e tratta dei sistemi di miscelazione e pulizia dell'attrezzatura dedicata.

Risultato della collaborazione di alcuni tra i più autorevoli esperti nel campo, tra cui Randy Boher, Larry Taylor, Lee H. Somers, John Crea e Richard Nordstrom,  il testo è corredato da numerose fotografie, tabelle, schemi e illustrazioni, inoltre contiene la bibliografia completa dei testi consultati dagli autori.

Insomma, un libro che non deve assolutamente mancare nella libreria di qualunque “tek diver” o anche, semplicemente, di chi voglia sapere qualcosa di più a proposito delle miscele respiratorie impiegabili in immersione.

torna all'indice

 

Titolo: DOING IT RIGHT - I fondamentali per immergersi in modo migliore

(edizione italiana)

Autore: Jarrod Jablonski
Editore: North Eastern Divers, Trieste

Anno: 2002

Tipologia: Manuale

Traduttori: Mario Arena, G. Nocentini, E. Toscano

Formato:17x24 pagg. 172 (copertina morbida)
Prezzo: 25,00 €

ISBN: 88-900231-3-9

The Fundamentals of Better Diving was written for anyone who wants to get the most out of their diving. From augmenting dive safety to increasing the enjoyment of your family's Caribbean diving trip or planning deep cave exploration, DIR diving is the new foundation for all diving practices. This book outlines not only the essential skills and techniques which constitute sound diving practice, but also the central elements of an holistic approach to diving.

L’autore

Jarrod Jablonski o semplicemente “J.J.” come lo chiamano i suoi adepti, è il fondatore e il presidente della GUE - Global Underwater Explorers ed è l’artefice assieme a Gorge Irvine (Direttore del progetto WKPP - Woodville Karst Plain Project) del sistema di immersione DIR.

J. J. è attivamente coinvolto nella ricerca subacquea, nell’educazione e nella produzione video subacquea. I suoi risultati includono esplorazioni in grotta sino a 5.800 metri dalla prima uscita, a 90 metri di profondità, con l’ottenimento di diversi record mondiali.

 

Recensione

Questo libro è stato scritto per aiutare tutti coloro che desiderino ottenere il massimo dalle proprie immersioni, suggerendo come configurare al meglio i propri equipaggiamenti. Il sistema di immersione DIR (Doing It Right) si pone come il nuovo fondamento per tutte le attività di immersione, sia di chi voglia aumentare la sicurezza, la godibilità e il divertimento delle proprie vacanze subacquee con la famiglia, sia di chi lo utilizzi per effettuare difficili esplorazioni speleosubacquee avanzate. A questo scopo, nel manuale non solo vengono descritte le abilità tecniche essenziali che costituiscono delle solide basi per le attività subacquee, ma sono anche illustrati gli elementi centrali per un approccio diverso alla subacquea. I

Il manuale affronta in modo diretto ed identifica in modo deciso e senza mezzi termini quello che non va nell’industria dell’immersione sportiva, negli istruttori più orientati alla vendita che all’insegnamento, nei programmi di didattica scarni e di insufficiente durata e nelle spesso scarse capacità ed abilità del subacqueo medio. L’autore enfatizza, in particolare, la forma fisica personale e la responsabilità del subacqueo, per metterlo in grado di valutare correttamente l’abilità personale e i rischi legati all’ambiente di immersione; inoltre pone una particolare enfasi sulla configurazione degli equipaggiamenti, colmando il vuoto esistente tra l’immersione ricreativa e quella tecnica e abbracciando tutti i tipi di ambiente.

Personalmente devo dire che, pur non condividendo tutte le scelte operate dal sistema DIR, ho trovato molto interessante questo manuale e, effettivamente, dopo averlo letto ho modificato diversi aspetti delle mie immersioni, sia riguardo alla mia configurazione sia riguardo alla gestione stessa dell'immersione.

torna all'indice

 

Titolo: DA 0 A -100 METRI

Autore: Cristina Freghieri

Editore: Editrice La Mandragora, Imola (BO)

Anno: 2003

Tipologia: Narrativa biografica

Formato: 15x21  pagg.196 (copertina morbida)

Prezzo: 12,00 €

ISBN: 88-88108-71-8

 

L’autore
Dopo aver operato una scelta di vita che lascia ampio spazio ai sentimenti "sommersi", Cristina Freghieri decide di non lasciare più nel "cassetto" le sue emozioni e le sue esperienze di subacquea. Raccolti in un fascicolo i racconti vissuti più importanti, si presenta ad una rivista di settore.
L'impatto con il Direttore è "traumatico" perchè anziché sedersi sulla poltrona, dalla tensione che distingue i grandi appassionati, si siede sul gatto "vero" che vive seguendo gli spostamenti del Direttore. Convinta che il suo appuntamento risulti bruciato consegna insieme alle pagine scritte le sue speranze perdute. Ma i gatti portano fortuna e dopo poco tempo si ritrova a soddisfare un impegno costante con le parole scritte che vengono pubblicate in modo continuativo. 
Inizia a pubblicare su altre riviste come Sub, Emmedi, Deep, Corriere della Sera, Laguna Mare nel settore sportivo. Strada facendo scopre che la sua storia di subacquea raccoglie molti episodi che hanno portato in superficie un risvolto interiore che non conosceva, quello vero che le permette di avvicinarsi con umiltà e verità alle sue debolezze e alle sue forze scoperte nell'acqua. 
L'abisso l'attrae a tal punto da accettare la scalata all'ingiù nel confronto con se stessa e la meravigliosa forza della madre acqua. Scrive la sua storia iniziando così la problematica ricerca di un Editore, che incontra nella casa Editrice La Mandragora. Cristina dedica, la sua storia vera, a tutte quelle persone che come lei amano "vivere sott'acqua come in superficie". 

 

Recensione (di Cristina Freghieri)

Il libro "Da 0 a meno cento metri" è la mia semplice storia di subacquea, ma forse è la storia di molti. Ho iniziato a scrivere la mia autobiografia attraverso i fatti accaduti, perché le emozioni che ho vissuto sott'acqua sono state talmente incisive da scriversi da sole.

Ho scoperto poi che il dialogo del "silenzio sommerso" ha una risonanza impetuosa con se stessi e con gli altri. Così in una giornata di sole, dopo aver compiuto il mio ruolo di guida subacquea sulla "Haven" (petroliera affondata nel 1991 al largo di Arenzano GE), mentre scrivevo i miei infiniti appunti qualcuno ha chiesto di leggerli. Sembrava veritiero l'entusiasmo, nelle parole che mostravano interesse alle mie emozioni sommerse scritte in fretta.

Quasi non ci ho creduto ma poi, nel tempo a seguire, mi sono detta "perché non tentare?". Così è stato. Ed ecco qua, dopo non poche fatiche, realizzata la mia piccola opera .

La mia storia è legata al profondo, non solo in metri ma soprattutto alla sfera emozionale propria. Ho scoperto di stare molto bene laggiù, talmente bene da decidere di affrontare le molte controversie e difficoltà della preparazione tecnica pratica e psicologica, nella strada della scalata all'ingiù.

Approdare alla quota scritta su di un brevetto ufficiale è stato in fondo semplice, la preparazione e la costruzione lenta e progressiva hanno dato i suoi frutti. Non immaginavo però di scoprire che più scendevo, più avevo bisogno di quella dimensione interiore che si chiama contatto con se stessi e il liquido che ci ospita.

L'immersione profonda non è un tuffo per distrarsi, ma una scelta precisa, mentale e tecnica, che permette di entrare e vivere attraverso il controllo emozionale e la razionalità dell'azione, quella dimensione ancora poco conosciuta, spesso definita ostile.

Molte sono le ragioni che portano al "profondo", spesso sconosciute a noi stessi: il mistero dell'ignoto, la sfida con se stessi, il confronto con ciò che ci accoglie, il privilegio di essere nel silenzio ricco di "parole", il bisogno di scoprirsi capaci, la necessità di ascoltarsi dentro di fronte alla paura, di sapere che te ne devi andare ma vorresti restare ancora, il bisogno di dire a te stesso che ci sei stato e, non ultimo, il grande sentimento gratificante nel sentirsi bene dove il mondo della vita di superficie, gestita dall'uomo, non può realmente arrivare. Sarà il nascosto desiderio di diventare anche noi simili alle divinità del mare come le sirene o il dio Poseidone? Forse...

 

Impressioni

Un libro "vero" ed emozionante, che a me ha dato tantissimo, portandomi molto vicino alla comprensione di quali potessero essere le mie ragioni per l’immersione profonda e che ha fatto nascere un’amicizia dapprima virtuale e poi reale con Cristina, accomunata dalla mia stessa voglia di scoprire e di scoprirsi.

torna all'indice

 

Titolo: L'IMMERSIONE IN MISCELA - Basi e principi

Autore: Corrado Bonuccelli
Editore: Editrice La Mandragora, Imola (BO)
Anno: 2004 (ristampa)

Tipologia: Manuale
Formato: 17x24 pagg. 400, con illustrazioni  (copertina in brossura )

Prezzo: 23,50 €

ISBN: 88-86123-77-9

 

Recensione

Questo è il primo testo tutto italiano sullimpiego di miscele sintetiche per il raggiungimento di profondità elevate, indirizzato sia agli esperti del settore che vogliano approfondire alcuni aspetti tecnici, sia ai subacquei che per la prima volta si avvicinano al mondo dellimmersione profonda.

Si tratta di un manuale che raccoglie  organicamente, con gli opportuni criteri di progressione didattica, tutte le informazioni di base necessarie per l’immersione con miscele respiratorie artificiali ed ha l’ambizione di soddisfare sia chi inizia ad accostarsi all’immersione con le miscele, sia chi desidera semplicemente trovare raccolte in un solo volume tutte le nozioni teoriche che occorre acquisire parallelamente alle tecniche necessarie per questo tipo di immersione evoluta che si apprendono nei corsi “tecnici” e nella pratica.

torna all'indice

 

Titolo: RELITTI DEL MEDITERRANEO

Autori: Kurt Amsler, Andrea Ghisotti, Roberto Rinaldi, Egidio Trainito 
Editore: White Star, Vercelli
Anno: 2003

Tipologia: Guida

Formato: 18x25 pagg.168 con illustrazioni a colori (rilegato, copertina rigida)

Prezzo: 19.20 €

ISBN: 88-8095-913-1

 

Recensione

Questa guida offre una completa panoramica su ben 32 relitti accessibili alla maggior parte dei subacquei della fascia tirrenica del Mediterraneo ed è redatto da quattro indiscussi fuoriclasse del giornalismo e della fotografia subacquea: Kurt Amsler si è occupato di 13 dei meravigliosi relitti lungo la costa francese che va da Marsiglia a Nizza, Andrea Ghisotti si è occupato di 10 relitti tra la Corsica e la Liguria, Roberto Rinaldi di 6 relitti tra la Toscana e  la Sicilia, mentre Egidio Trainito si è occupato di 3 relitti siti in Sardegna.

Il libro è formato da schede e ogni scheda è divisa in una pagina introduttiva con un illustrazione esemplificativa del relitto, corredata dalla sua localizzazione e da una scheda tecnica della nave e dell'immersione. Segue un ampia ed esaustiva illustrazione storica del relitto e del suo affondamento e, in ultimo, un appassionata narrazione dell'immersione che trasuda passione ed emozione e conduce i subacquei passo dopo passo all’esplorazione dei relitti. Le immagini fotografiche a corredo del testo sono decisamente mozzafiato e denotano la bravura e la professionalità degli autori.

Un libro consigliato a tutti gli amanti del wreck diving e agli appassionati di fotografia subacquea.

torna all'indice

 

Titolo: NEL BLU PROFONDO - Una storia di amore e ossessione
Autore: Pipìn Ferreras

Editore: Arnoldo Mondadori Editore, Milano

Anno: 2005

Tipologia: Narrativa biografica

Formato: 15x22  pagg. 298 (rilegato, copertina rigida)

Prezzo: 18,50 €

ISBN: 88 04-53013-8

 

Recensione

Nel Blu Profondo (come dice il sottotitolo), è una storia di amore, di ossessione e di morte. Il recordman cubano di apnea Francisco Ferreras, detto Pipìn, racconta in prima persona la sua vita e il suo amore per l’apneista francese Audrey Mestre, scomparsa a soli ventisette anni nelle acque della Repubblica Dominicana il 12 ottobre 2002, nel tentativo di stabilire un nuovo record di apnea in assetto variabile No Limits immergendosi a -170 metri.
Le vicende dell’avventurosa vita del profondista appassionano il lettore che riesce a cogliere la gioia, la passione e la sofferenza di Pipìn. L’autore racconta se stesso e i propri difetti con semplicità e con la grande sincerità di un uomo messo a nudo dal dolore per la perdita della giovane e bellissima compagna. Una perdita che all’epoca colpì e impressionò anche tutto il mondo dell’apnea che si divise in mille polemiche, accuse e difese.
A distanza di qualche anno, questo libro ci offre l’occasione per cercare di riflettere in maniera più matura sulla natura degli incidenti subacquei nelle immersioni in apnea.

Pipìn arricchisce il suo racconto di spiegazioni e informazioni sulla tecnica, sulla storia e sulla fisiologia dell’apnea e dell’immersione con autorespiratore; inoltre il recordman descrive le sensazioni che prova nelle sue impressionanti discese e le modalità di svolgimento delle stesse. Molto interessanti anche le notizie che contestualizzano la vicenda e raccontano le storie di altri protagonisti dell’apnea con i quali l’autore ha avuto a che fare: personaggi come E. Maiorca, J. Majol e U. Pellizzari. Sullo sfondo del racconto,  resta comunque sempre il sordo e desolato dolore di cui sono intessute tutte le pagine del libro.

torna all'indice

 

Titolo: LIGURIA IN BLU

Autori: Tina Leali Rizzi e Adriano Penco

Editore: Le Mani - Microart’S Edizioni - Recco (GE)

Anno: 2001

Tipologia: Guida subacquea

Formato: 17x24 pagg.174 (copertina morbida)

Prezzo: 14,46 €

ISBN: 88-8012-179-0

 

Recensione

Si tratta di una guida utilissima per chi vuole organizzare almeno un weekend in uno dei tratti di mare che, a mio avviso, è tra i più belli e vari del nostro paese: un paradiso per gli appassionati di immersioni subacquee.
Il libro descrive, in un centinaio di schede, altrettante immersioni distribuite lungo tutto l’arco della costa ligure: un arco di terra scoscesa che si tuffa in mare, in profondità, tra grotte, insenature e spiagge, che, per una felice combinazione di esposizioni e di temperature, creano innumerevoli paesaggi sottomarini.
La Liguria è soprattutto mare, da vivere sopra e sotto la sua superficie. Una distesa a perdita d’occhio, molto più vasta della serie di verdi colline, inframmezzate da piccolissime pianure che le fa da cornice. Uno scenario unico, nel quale il verde delle colline si fonde con il blu profondo di un mare stupendo!
La guida comincia con due sezioni introduttive dedicate alla biologia e all’archeologia e prosegue con 101 schede descrittive dei vari punti d’immersione, corredate da molte fotografie a colori, che aiutano a conoscere uno dei tratti più belli della costa italiana. Ogni punto d’immersione ha le sue caratteristiche, ambientali o archeologiche: si tratta di tanti microcosmi da esplorare con attenzione e rispetto per le innumerevoli forme di vita che contengono e per le testimonianze del passato in essi custodite.

torna all'indice

 

Titolo: DA ZERO A MENO SESSANTA

Autore: Adriano Penco

Editore: Le Mani - Microart’S Edizioni - Recco (GE)

Anno: 2006

Tipologia: Guida subacquea

Formato: 17x24 pagg. 94 con foto a colori (copertina morbida)

Prezzo: 18,00 €

ISBN: 88-8012-376-9

 

Recensione

Si tratta di una vera e propria guida che descrive 15 relitti che hanno trovato il loro ultimo approdo nei fondali dal Mar Ligure, nella  batimetrica, come suggerisce il titolo, da 0 a -60mt.

Il libro è composto da schede, ciascuna corredata di una "carta d'identità" ricca di informazioni tecniche sulla tipologia del relitto, sul tipo di immersione e completata dalle coordinate GPS. Segue una scheda con la storia del relitto e del suo affondamento e la descrizione dettagliata del'immersione. Il tutto è arricchito dalle numerose foto di Adriano Penco, noto fotografo subacqueo e giornalista, oltre che istruttore subacqueo. Da segnalare un ampio spazio dedicato alla petroliera "Haven", nel quale sono presenti disegni con le sezioni dei ponti del castello di poppa e la descrizione dettagliata dei possibili diversi percorsi di immersione.

torna all'indice

 

Titolo: NELL'ANIMA DI UN RELITTO

Autore: Cristina Freghieri

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Collana: "Maree Alesia"

Anno: 2007

Tipologia: Narrativa biografica

Formato 15x21 pagg. 130 con illustrazioni (copertina morbida)

Prezzo: 15,00 €

ISBN: 88-87913- 80-0

 

Recensione (di Cristina Freghieri)

La linea irraggiungibile che si dissolve all’orizzonte sulla superficie del mare, nella mia mente si associa al confine tra ciò che è visibile sopra e ciò che, celato, è al di sotto.

Gli amanti di immersioni su relitti non necessitano di molte spiegazioni sul perché un relitto attrae tanto, ma chi non conosce questo tipo di emozione spesso se lo chiede.

Un relitto possiede i sottili equilibri che oscillano tra morte e rinascita, passato e presente.

Custodisce segreti, misteri del vissuto di superficie che non c’è più.

Affondando trascina con sé l’intera vita e quell’attimo, l’ultimo, si salda in ogni sua parte. Il mare poi, si appropria dell’immagine sigillata che all’uomo non appartiene più. Reso terreno fertile lo riveste di vita marina, esaltandone il ritratto. E’ una metamorfosi magica che oscilla tra fascino e mistero. Visitare un relitto è un tuffo nel pozzo delle emozioni infinite e irripetibili. Ogni immersione è unica anche sullo stesso relitto perché laggiù, tra le lamiere, c’è molto di più della sua storia sepolta, c’è ”l’anima” di quel relitto.

Vivere la meraviglia di ciò che il mare possiede e crea, spesso mi ha regalato “viaggi” fantastici difficile da descrivere. Ho vissuto incontri stupefacenti perché un relitto è un’oasi di vita e le creature del mare ne fanno una tana sicura.

Su di me tutto questo sviluppa un’attrazione calamitante e più questi cimeli sono profondi e difficilmente raggiungibili dall’uomo, più questa dimensione pura e misteriosa è intatta e affascinante.

Navigando sott’acqua ho capito cos’è la metamorfosi sviluppata dal mare sui relitti: un abito che protegge parte della nostra storia terrena.

Sotto l’immensa coltre d’acqua ci sono battaglie, vittorie, tragedie e sconfitte. Il mare custodisce tutto questo e noi dobbiamo aiutarlo, rispettandolo.

Tutto ciò che appartiene al mare non appartiene all’uomo, però  l’uomo può avvicinarsi a questo luogo segreto osservando attraverso l’oblò dell’intelligenza e della sensibilità.

torna all'indice

 

Titolo: BLU PROFONDO - L’ultima immersione

Autore: Bernie Chowdhury

Editore: Sperling & Kupfer Editori, Milano

Collana: "Narra"

Anno: 2001

Tipologia: Narrativa biografica

Formato: 15x23  pagg. 351 (rilegato, copertina rigida)

Prezzo: 18,59

ISBN: 88-200-3157-4

 

L’autore

Bernie Chowdhury, statunitense, è istruttore subacqueo, esperto di immersioni in grotta e di esplorazione di relitti. Amico dei Rouse, con i quali ha condiviso molte imprese subacquee e membro dell’Explorers Club, ha fondato la rivista specializzata "Immersed" e ha curato la realizzazione di alcuni documentari sull’immersione estrema.

 

Recensione

In acqua tutto conta di più: la paura, il coraggio, l’esperienza e…. il tempo. A ogni immersione profonda con le bombole il sub rinnova la sfida con se stesso ed esplora i propri limiti, confrontandosi con i rischi legati ai tempi di decompressione ed alle proprie condizioni fisiche e psichiche. Quando si pratica uno sport ad alti livelli la posta in gioco diventa più alta, si conoscono meglio se stessi e i propri limiti e si impara a capire fino a che punto ci si può spingere. La subacquea, come qualunque altra attività praticata ad alti livelli, ha molto da insegnare a chiunque sia disposto ad osservare.

L’autore racconta la tragedia che nel 1992 spense la vita di Chris e Chrissy Rouse, padre e figlio con la passione per il mare e solo diciassette anni di differenza. Chris e Chrissy erano sportivi abituati ad immersioni estreme, ma soprattutto grandi sognatori, accomunati all’autore del libro da una inguaribile passione per la sfida e per l’estremo. I Rouse e l’autore erano stati compagni d’immersione in numerose spedizioni alla scoperta di grotte inesplorate e di relitti sommersi.

Nell’ottobre del 1992 i Rouse partirono per una spedizione nell’Atlantico settentrionale,a circa 60 miglia dal porto di New York, dove si trova un cimitero di U-boot della seconda guerra mondiale, con l’intenzione di identificare l’ultimo sommergibile senza nome che si trova in quelle acque gelide dell’oceano a circa 70 metri di profondità. Ma la pratica dell’immersione profonda ad aria ha delle regole alle quali è impossibile sfuggire…

Una storia vera ed affascinante, arricchita da un inserto di fotografie a colori, che tiene il lettore con il fiato sospeso, per l’intreccio di avventura e ossessione, ambizione e follia, dalla quale emergono lo spessore umano dei protagonisti, il loro coraggio e, al contempo, la loro fragilità. Una storia solo apparentemente semplice di persone comuni che vivono situazioni straordinarie: padre e figlio accomunati dalla passione ossessiva per il profondo, con sullo sfondo la figura della madre Sue, anch’essa subacquea esperta.

 

Impressioni

Un libro appassionante che è stato oggetto di molte critiche, che racconta di come l’acqua possa diventare territorio di ossessioni e di sfide fatali, lasciando il lettore letteralmente… senza fiato!

torna all'indice

 

Titolo: IO C'ERO

Autore: Fabio Pajoncini Ottaviani

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Collana: "Maree. Storie del mare"

Tipologia: Narrativa autobiografica

Anno 2008

Formato: 15x21 pagg. 208 (copertina morbida)

Prezzo: 15,00 €

ISBN: 88-87376-29-6

  

Recensione (di Alberto Balbi)

“Io c'ero” è l'opera autobiografica di Fabio Pajoncini Ottaviani detto "il Duca", giudicato come uno dei migliori subacquei tecnici degli ultimi vent’anni. Pajoncini ha avuto il desiderio di raccontarsi senza segreti, accompagnandoci all’interno della sua storia che non è solo quella di un uomo speciale, ma rappresenta uno spaccato della subacquea dal 1969 - anno in cui il Duca si avvicinò al mare - ai giorni nostri. Ma “Io c'ero” è qualcosa in più di un’opera autobiografica, è uno spaccato di storia vissuta da un protagonista che testimonia la naturale evoluzione della subacquea, della pesca e dell’apnea profonda.

Il racconto inizia con la storia di un bambino di dieci anni in un quartiere della periferia di Roma -che oggi, con l’evoluzione della capitale, è diventato pieno centro - e termina sulle tracce del Polluce, un’antica nave carica di Oro che giace al largo dell’Isola d’Elba sul fondale a oltre 100 metri di profondità.

Fabio racconta la sua vita subacquea svelando in apertura l’origine del soprannome  – "il Duca" – che lo accompagnerà negli anni delle sue imprese. Narra le prime timide frequentazioni marine armato di fucile a caccia di qualche polpo, con una muta modello coccodrillo e i tentativi di emulare i campioni dell’epoca (Maiorca e Mayol) cimentandosi in quella che, negli anni seguenti, diventerà un segno distintivo per il sub romano: l’arte del fai da te. Così nascono le sue prime maschere riempite di silicone per diminuire il volume interno e le modifiche al fucile Mirage Mares con la convinzione, errata, che con un’arma più potente avrebbe iniziato a prendere pesce.

Nonostante le buone apnee e il raggiungimento di quote interessanti oltre i 35 metri e complice qualche rischio di troppo, il Duca, spinto dal desiderio di profondità assoluta, inizia il suo cammino verso l’abisso munito di autorespiratore. L’apnea è rimasta nel suo DNA per gli anni a seguire, tanto che campioni come Makula e Rignani Lolli l’hanno scelto per gestire il gruppo di assistenza nei rispettivi record.

Tra le vicende narrate ci sono alcuni aneddoti curiosi sui record di un giovane Stefano Makula e di un rispettoso Mayol che, invitato ad assistere al record del primo, si mise diligentemente alle dipendenze di Fabio (team leader), tra l’incredulità e l’imbarazzo dello stesso.

Un capitolo dopo l’altro l’autore ci trascina in nuove avventure con un linguaggio semplice, diretto e coinvolgente. Si passa dai tentativi di pesca e di primati personali in apnea fatti da autodidatta, fino all’attrazione magica per le profondità; proprio il fascino dell'abisso è il filo conduttore del libro, ed è vissuto da Fabio prima in apnea e poi con l’autorespiratore fino alla storica impresa di Ponza 2004 dove, per la prima volta, un sommozzatore in circuito auto contenuto - portandosi cioè addosso tutte le bombole necessarie - ha raggiunto la profondità di 202 metri.

Questa impresa è stata una sfida con se stesso, uno spingersi oltre per capire qualcosa in più dei propri limiti e Fabio ne è uscito vincitore.

 

Impressioni

Il libro mi è molto piaciuto, ed è stato impossibile abbandonarlo senza giungere alla fine. Con un linguaggio molto semplice, diretto e coinvolgente, l'autore racconta le sue avventure sottomarine e una passione - la subacquea - a cui si è avvicinato quando era ancora ragazzino e che poi cresciuta con gli anni, una tappa dietro l'altra fino ad arrivare nel 2004 al raggiungimento di un record mondiale: 202 metri di profondità, in una emozionante immersione nelle acque di Ponza, con 120 chili di bombole sulle spalle e ai fianchi. Il libro racconta di vita vissuta, di impegno, di sacrifici, successi e delusioni, che uniti alla passione per questo sport, all'intelligenza e alla "sana" incoscienza dell'autore, restituiscono un affascinante resoconto del suo personale percorso di vita sott'acqua. Si tratta di un libro di mare… per il mare, che narra esperienze vissute dall’autore che sono uno spaccato della  storia di pescatori subacquei e sommozzatori. Un libro interessante per chiunque ami il mare e per chi sia interessato a sapere qualcosa di più sulla storia nascosta dei record d’immersione in apnea. Tra le altre cose, "il Duca" racconta senza reticenze e con la schiettezza che lo contraddistingue, i retroscena dei record di Alesandro Rignani Lolli e di Stefano Makula, facendo un’analisi approfondita dei loro errori e dei successi e riportando molti particolari di tutte le imprese raccontate. Molto emozionante è il capitolo sul primato del 2004, nel quale tra le righe si possono leggere le paure e le emozioni vissute dal “Duca” in quella sua corsa verso l’abisso. Insomma, un libro interessante scritto in modo vivace e molto scorrevole, che non deve mancare nella libreria di chi ama veramente il mare.

torna all'indice

 

Titolo: PETROLIERA MILFORD HAVEN «L'ultimo sospiro»

Autore: Cristina Freghieri

Editore: La Mandragora Edizioni, Imola (BO)

Anno: 2004

Tipologia: Reportage

Formato:  21x30,5 pagg. 82 (rilegato, copertina rigida)

Prezzo: 23,00 €

ISBN: 88-75860-07-6

 

Questa opera è dedicata a tutte le persone che mi hanno accompagnato nel percorso che mi ha permesso di ricomporre il "puzzle" della storia della superpetroliera Haven in superficie e nel sommerso.

Cristina Freghieri

 

Recensione (di Cristina Freghieri)

Il disastroso incendio della petroliera Milford Haven, annunciato con la morte di cinque persone dell'equipaggio, tra cui il Comandante, è terminato con l'affondamento della nave e parte del carico di prodotto petrolifero.

Il pericolo di inquinare, disperdendo il petrolio in mare, non solo le acque liguri ma anche quelle francesi, ha innescato una serie di problematiche a catena, richiedendo un alto impegno da parte delle persone che si sono adoperate per salvare il salvabile. Portare in salvo le vite umane era il primario obiettivo, compito non semplice data la vastità del disastro. Consecutivamente scattava l'emergenza per la gestione del gigantesco rogo che ormai dilaniava la nave.

Il petrolio, inesorabilmente sparso in mare, ha innescato un'azione devastante per l'ambiente marino.

I "giganti del mare", così sono soprannominate le petroliere per la loro grandezza, svolgono trasporti marittimi, il cui carico spesso è prodotto petrolifero, greggio o raffinato. Questi "imperi" galleggianti hanno fatto molto parlare di sé nella storia del mare.

L'agonia in diretta della petroliera in quei giorni di macabro stupore dell'aprile 1991, non ha fatto altro che rilevare le conseguenze ecologiche ambientali, non solo immediate ma anche future, di cui la ricerca biologica si occupa ancora oggi.

Attraverso questo viaggio nel passato, grazie alla testimonianza di chi in quei giorni era attivamente presente all'evento, ho potuto ricostruire la storia non sola, di pura cronaca.

Molti anni sono trascorsi dall'affondamento involontario della nave ed ancora il suo nome suscita un certo brivido nel pronunciarlo.

Oggi la petroliera Milford Haven è tornata a "vivere", seppur in modo diverso, trasformandosi in una "secca involontaria", aggredita dallo sviluppo della vita marina, che con il susseguirsi dei suoi insediamenti, ne ha colonizzato ogni parte.

La petroliera Milford Haven è ad oggi il relitto più grande del Mare Mediterraneo. Sono molti i subacquei che si immergono alla scoperta di questo gigante. Ogni immersione diventa il richiamo per tornare ancora. Duecento metri circa di lunghezza, per una larghezza di cinquanta (così misura la nave priva della prua, che si trova a 490 metri di profondità): è ciò che rimane della nave adagiata sul fondale di ottanta metri a due miglia dalla costa del ponente ligure.

La documentazione fotografica subacquea che accompagna questo testo è il risultato di tre anni d'immersioni. Ogni tuffo è stato un viaggio alla scoperta di questo relitto. Ogni volta, Max ed io, ci siamo immersi accompagnati dall'incognita della situazione, e tante volte siamo riemersi da immersioni molto faticose, senza riuscire a raccogliere immagini.

Con pazienza abbiamo accettato questo luogo, assecondandolo e riprovando infinite volte con lo scopo di portare in superficie la magica grandiosità di questa nave che, relegata in fondo al mare, continua a raccontare la sua storia. Il mare è stato nostro compagno e padrone assoluto nell'emozione di questa avventura.

Il breve passato di petroliera della Milford Haven si è concluso molto in fretta, pochi viaggi e molte ferite. La nave non sarebbe dovuta affondare ma è stato impossibile evitarlo. Il fuoco ha trasformato la petroliera in un trofeo rovente per poi regalarlo vergine alle acque devastate dal petrolio che trasportava. La vita meravigliosa del mare ne ha fatto un luogo proprio e gli amanti dell'immersione su relitti godono di una magica calamita ancora da "scoprire".

Questo testo vuole essere un invito per tutti, subacquei e no, a rispettare questo relitto e imparare a conoscerlo con amore e pazienza.

Ogni luogo ha la sua "anima", anche un involucro di ferro, specie se ne conosce la storia.

Durante la realizzazione di questo libro ho incontrato persone che mi hanno offerto, senza remore, il loro aiuto credendo, insieme a me, nell'obiettivo di rendere visibile, non solo l'aspetto materiale di eventi già scritti, ma anche l'emotività che ha accompagnato molti uomini nella speranza di salvare qualche cosa in mezzo alla "morte" che si è sdraiata sulle vite umane e sulla natura.

Fu un errore dell'uomo a causare tutto ciò? Forse. Se questo è accaduto, l'uomo ha fatto di tutto per riscattare l'involontario gesto.

 

Impressioni

Il libro racconta con ricchezza di particolari e una precisa ricostruzione storica la storia del più grande relitto del Mediterraneo. Vi si narra dell’incendio, della tragedia umana, dell’affondamento, dei lavori subacquei di bonifica, della vicenda giudiziaria e della rinascita della nave attraverso la colonizzazione marina. Nella parte finale il libro descrive il viaggio sommerso dell’autore su ciò che oggi è diventata un’emozionante meta per tutti gli appassionati subacquei di immersioni sui relitti, al fascino della quale nemmeno io ho saputo resistere.

torna all'indice

 

 

Titolo: MANUALE DI SPELEOLOGIA SUBACQUEA

Autore: Luigi Casati

Editore: Editoriale Olimpia, Firenze

Anno: 2007

Tipologia: Manuale

Formato: 17x24 pagg. 304 (copertina morbida)

Prezzo:  28,00 €

ISBN: 88-25-30155-3

  

L’autore

Luigi Casati, nato a Lecco nel 1964, pratica la speleologia subacquea dal 1985 e vive a Lecco. Ha conseguito i brevetti di sommozzatore della M.M. presso la Scuola del Raggruppamento Subacquei e Incursori del ComSubIn; è istruttore NAUI, istruttore Cave Voyager Rebreather IATA, istruttore SDI, istruttore Full Cave e Advanced Trimix TDI.

 

Recensione

La paura e desiderio di scoprire sono le motivazioni che da sempre hanno spinto l’uomo a varcare le soglie del mondo oscuro e magico delle grotte.

Casati ci racconta le sue motivazioni in un manuale tecnico su una disciplina - la speleologia subacquea - complessa e piena di insidie, che richiede una preparazione tecnica e psicofisica molto elevata, con un alto grado di rischio, nella quale non sono ammesse improvvisazione e pressappochismo.

torna all'indice 

 

Titolo: I SEGRETI DELL'ADRIATICO Un tour subacqueo ai relitti dell'Adriatico croato

Autori: Danijel Frka e Jasen Mesić

Editore: Adamić, Fiume (HR)

Anno: 2002

Tipologia: Guida subacquea

Formato: 20,5x30 pagg. 200 con illustrazioni a colori e disegni  (copertina rigida)

Prezzo: 42 €

ISBN: 953-219-074-0

 

Recensione

Il croato Danijel Frka, fotografo subacqueo e il miglior esperto di relitti dell’Adriatico croato, ci accompagna alla scoperta dei 24 dei più bei relitti di antichi velieri, navi ed aerei affondati al largo delle coste della ex Yugoslavia.

Il libro è ricco di schede storiche che ricostruiscono la storia dei relitti e di descrizioni molto precise delle immersioni su di essi; inoltre è completato da moltissime belle fotografie a colori e utili piantine e disegni.

torna all'indice

 

Titolo: IMMERSIONI DI ISTRIA, QUARNERO E DALMAZIA

Autore: Ivana Ostoić

Editore: Blue Bubble, Zagabria (HR)

Anno: 2000

Tipologia: Guida subacquea

Formato: 21,5x21,5 pagg. 244 con disegni a colori (copertina morbida)

Prezzo: 34,00 €

ISBN: 953-98391-0-6

 

Recensione

In questa guida  scritta da Ivana Ostic, subacquea croata, ci sono le schede di 85 immersioni in luoghi sparsi lungo le coste della Croazia, minuziosamente descritte come in un briefing e illustrate sia dal punto geomorfologico che biologico. Partendo da Ragusa (Dubrovnik) si sale per la costa fino ad arrivare a Cittanova (Novigrad), passando per le isole di Veglia (Krk) e di Cherso(Cres) e per la città di Pola (Pula).La Croazia è piena di bellissime zone dove immergersi, e seguendo le indicazioni di questa guida si può essere certi di trovare un ottimo sito dove passare la giornata. Oltre a pareti e grotte, nel mare della Croazia sono presentati svariati relitti e molti di questi sono descritti in questo libro.

Assieme a una descrizione di come si può svolgere l'immersione (con profondità, caratteristiche e difficoltà) in ognuna delle 85 schede è presente uno schizzo, molto utile nel breefing pre-immersione.

In appendice vi sono le norme da rispettare per immergersi in Croazia, i permessi da ottenere, altre notizie utili ai subacquei e gli indirizzi dei diving ai quali appoggiarsi. Un libro veramente utile per chi volesse immergersi nelle meravigliose acque della ex Yugoslavia, che ho avuto modo di utilizzare e apprezzare nei miei numerosi tuffi tra l’Istria e le isole di Lussino e Cherso.

torna all'indice

 

Titolo: DECOMPRESSIONE AL COMPUTER

Analisi teorico-pratica del fenomeno decompressivo e dei software che lo controllano

Autore: Mario Giuseppe Leonardi

Editore: Editoriale Olimpia, Firenze

Anno: 2002

Tipologia: Manuale

Formato: 17x24 pagg.192 (copertina morbida)

Prezzo: 19,00  €

ISBN: 88-253-0007-x

Allegato: CD ROM

 

L’autore

Mario Giuseppe Leonardi (Senigallia, 1953) è Istruttore Federale di Immersione Subacquea di III Grado CONI FIPSAS, Moniteur 3 stelle CMAS e Commissario Federale d’Esami per Istruttori CONI FIPSAS. È stato allievo diretto di Duilio Marcante nel 1976 e ha fatto le sue prime esperienze di Istruttore presso la Scuola Federale Sommozzatori CONI FIPSAS di Pisa, diretta da Ettore Rigobon. Vive a Senigallia (AN).

 

L’argomento

Correva l’anno 1984 quando l’autore di questo libro, insieme a Francesco Di Pisa, oggi docente presso la facoltà di Ingegneria Informatica dell’Università di Siena, e con l’aiuto di Luigi Gastaldi per la parte hardware, progettò e realizzò il prototipo di uno dei primi computer subacquei in grado di calcolare i consumi respiratori e di interfacciarsi a un computer «da tavolo». Nel panorama italiano si trattava di una novità assoluta. Il titolare dell’ufficio che si occupò delle pratiche per la registrazione del brevetto consigliò di presentarlo al Salone Internazionale delle Invenzioni e delle Nuove Tecnologie di Ginevra, dove l’anno successivo l’invenzione vinse il secondo premio nel settore «apparecchiature di sicurezza e salvataggio». Di Pisa e Leonardi avevano ritenuto subito che il metodo matematico classico utilizzato per il calcolo delle tabelle d’immersione «a tavolino», cioè quello haldaniano, non era idoneo a essere applicato nel calcolo in tempo reale della decompressione effettuato direttamente durante l’immersione. Realizzarono dunque un loro metodo originale, allora assolutamente innovativo, non fosse altro per il fatto che gli studi degli altri ricercatori dell’epoca non erano ancora noti. Con pazienza ed entusiasmo, l’autore ha continuato fino a oggi a studiare i vari modelli matematici applicati nei nuovi computer man mano che ne venivano diffuse le caratteristiche tecniche. Infine ha scritto questo libro per soddisfare l’implicita richiesta di un metodo sull’argomento, di carattere comparativo, unendovi un software didattico-dimostrativo per la simulazione dell’immersione. E regalando con ciò al lettore, insieme a un fruibile strumento di lavoro, anche la storia singolare di un’avventura umana, di sport e conoscenza, dove casualità, approccio scientifico e tecnica si incontrano felicemente.

torna all'indice

 

Titolo: SPELEOLOGIA MARINA  

Autore. Fabio Barbieri

Editore: Gribaudo Editore, Cavallermaggiore (CN)

Anno: 1999

Tipologia: Manuale

Formato: 17x24 pagg. 176 (copertina plastificata con alette)

Prezzo: 14.95 €

ISBN: 88- 8058-063-8

 

Recensione

“Speleologia marinaè la chiave che apre la porta di un mondo pressoché sconosciuto, quello delle grotte sommerse. Il libro affronta le tematiche di cui un subacqueo deve far tesoro per apprezzare a pieno ed in sicurezza l'ambiente in cui si andrà a immergere. Geologia, tecnica, rilevamento, biologia e fotografia sono gli argomenti trattati in questo testo, unico nel suo genere, che è indirizzato ad un vasto pubblico. I numerosi disegni e fotografie ne fanno un volume rivolto a tutti i subacquei principianti ed evoluti, ma anche a coloro che, stando a casa, vogliono compiere un viaggio affascinante in un angolo poco conosciuto del nostro pianeta

 

Immersione in grotta, qualcosa di particolare che si presta ad essere interpretato e vissuto in diversi modi. Emergere in sacche subaeree, ascoltare il silenzio, la goccia che cade, attimi di raccoglimento, giochi di luce, una colonna a trenta metri di profondità dove migliaia di anni prima non c'era acqua, contatto con il passato. Luoghi sconosciuti, esplorazione, ricerca scientifica, documentazione fotografica... è un emozione forte e piacevole che contribuisce a completare la conoscenza di noi stessi e dell'ambiente in cui viviamo.

 

Introduzione (di Fabio Barbieri)

Speleologia è la scienza che si occupa dello studio delle grotte e delle loro caratteristiche fisiche, morfologiche e biologiche.

Speleologia subacquea è l'attività svolta in cavità invase dalle acque che possono essere suddivise in dolci (interne) e marine: nel primo caso parleremo di immersione sotterranea, nel secondo di speleologia marina.

Si è soliti fare una distinzione fra grotta e caverna, cioè cavità con totale assenza di luce naturale e cavità con luce visibile, per praticità useremo in entrambi i casi il termine più generico di grotta.

Nell'immersione sotterranea, di norma, indossare l'autorespiratore permette di proseguire l'esplorazione terrestre, quando lo speleologo si trova il percorso sbarrato da un sifone o da un lago interno. La parte subacquea non è la parte principale o perlomeno non riveste la stessa importanza del tratto subaereo (percorribile a piedi).

In mare di solito, l'interesse cade nel momento in cui le bombole devono essere tolte, si tratta di un diverso approccio mentale.

Esistono poi differenze oggettive tra ambiente marino ed acque interne, che rendono possibile una parziale differenziazione di tecniche e materiali.

Visitare cavità marine poco complesse, con la guida di esperti, non presenta grossi problemi e non richiede attrezzature super specializzate ma solo un'accurata pianificazione.

La subacquea è per tutti... tutti coloro in grado di praticarla correttamente.

L'ignoranza e l'inosservanza delle norme, peculiarità del sommozzatore inaffidabile, favoriscono gli incidenti, si rende quindi necessaria una corretta educazione.

Nel corso di un'immersione in parete capita spesso di imbattersi in buchi più o meno grandi che talora proseguono, la curiosità è forte e spinge a voler vedere cosa si nasconde oltre il buio.

Non conoscendo le particolarità del luogo e senza una preparazione psicologica e tecnica adeguata, questa è un'azione a altissimo rischio. Esistono corsi specifici che avvicinano in modo graduale a questa disciplina….

torna all'indice

 

Titolo: PALINURO SUB - Guida alle immersioni

Autore: Fabio Barbieri

Editore: Tipolitografia La Réclame, Trento

Anno: 2001

Tipologia: Manuale

Formato: 16,5x23,5 pagg. 80 (copertina plastificata con alette)

Prezzo: 14,00 €

ISBN:

 

L’autore

Fabio Barbieri, genovese, si immerge con le bombole dal 1974. E' istruttore 3 stelle FIPSAS - CMAS, speleologia subacquea, biologia marina, fotosub e nitrox. Ha unito passione e professione nel centro immersione dove opera a tempo pieno: il Palinuro Sub Diving Center. Autore dei libri "Speleologia Marina", "Palinuro Sub - Guida alle immersioni" e coautore di "Meraviglie del Mediterraneo" dedicato alla biologia, scrive articoli per una rivista del settore ed è  membro della Commissione Speleosubacquea Nazionale FIPSAS. Con un intervento sull'immersione guidata in grotta marina, è stato relatore all'importante convegno internazionale "Speleoduemila", presenti i maggiori specialisti di questa disciplina. Probabilmente il massimo esperto dei fondali palinuresi che esplora costantemente dal 1983, ha avuto un ruolo fondamentale nell'imponente lavoro di ricerca e rilevamento delle 35 grotte sommerse. Impegnato in una competente e corretta opera di insegnamento, ricerca e divulgazione dei vari aspetti dell'attività subacquea, è un punto di riferimento per coloro che, a tutti i livelli, vogliono scoprire la parte sommersa di Capo Palinuro.

 

Recensione

Un’esclusiva pubblicazione in due lingue (italiano e inglese),  che descrive dettagliatamente tutte le immersioni attorno al promontorio di Capo Palinuro, evidenziando le caratteristiche biologiche e geologiche dei luoghi. Numerose fotografie a colori e piantine delle grotte completano il volume.
Tra gli argomenti trattati: le immersioni, i consigli per le immersioni speleologiche, le grotte riservate agli speleosubacquei, i relitti perduti.

torna all'indice

 

Titolo: Meraviglie del Mediterraneo

Autori: Barbara Zanna e Fabio Barbieri.

Editore: Gribaudo Editore, Cavallermaggiore (CN)

Anno: 2003

Tipologia: Manuale

Formato: 19,5x26,5 pagg. 320 (rilegato, copertina rigida)

Prezzo: 22,00 €

ISBN 88-8058-07-4

 

Recensione

Si tratta della terza edizione riveduta e aggiornata di un testo diventato ormai un classico. Il libro è rivolto ad appassionati della flora e della fauna marina che intendono identificare gli organismi osservati durante le immersioni.

Una parte è dedicata all'ecosistema marino e in quella sistematica viene presentata una rassegna di circa 300 specie, descritte in modo semplice e rappresentate da una chiara immagine fotografica a colori. 

Il testo è consigliato dalla F.I.P.S.A.S.  per i corsi di biologia marina.

torna all'indice

 

Titolo: FLORA E FAUNA DEL MEDITERRANEO

Autori: Angelo Mojetta e Andrea Ghisotti

Editore: Arnoldo Mondadori Editore, Milano

Collana: "Tutto/Illustrati"

Tipologia: Manuale a schede

Anno: 1994

Formato: 12,5x20 pagg. 318 con foto a colori (rilegato, copertina rigida)

Prezzo: 20,00 €
ISBN-13: 9788804385745

ISBN: 88-04-38574-5X

 

Recensione

Il libro insegna come riconoscere gli organismi marini, dalle alghe ai pesci, attraverso oltre 300 splendide fotografie a colori, minuziosi disegni e particolareggiate schede descrittive. Indirizzato a tutti coloro che si interessano di natura in generale e di biologia marina in particolare, questo volume è concepito soprattutto per i subacquei e gli appassionati che si immergono sia con gli autorespiratori che per fare snorkeling, dedicandosi alla fotografia subacquea oppure al semplice sea-watching.

All'ampia descrizione dei principali ambienti marini di cui tratta la prima parte del libro (fascia di marea, fondali sabbiosi, praterie di posidonie, coralligeno,ecc.) seguono 252 pagine dedicate agli organismi animali e vegetali che popolano il Mediterraneo: alghe e piante, invertebrati e pesci.

A ognuno di essi è dedicata una scheda che ne descrive l'aspetto, l'habitat, la distribuzione, le abitudini, le dimensioni e la biologia. Ogni scheda è accompagnata da una o più belle foto a colori, nonché da disegni che permettono di individuare con più chiarezza la caratteristiche di ogni esemplare.

In un capitolo iniziale Andrea Ghisotti - autore e fotografo subacqueo molto noto - tratta delle tecniche di fotografia subacquea, delle attrezzature e dei criteri di ripresa sottomarina.

Un libro che deve assolutamente esserci nella biblioteca di ogni appassionato subacqueo e che viene normalmente utilizzato dai diving nei briefing pre-immersione.

torna all'indice

 

Titolo: BARRIERE CORALLINE

Autori: Andrea e Antonella Ferrari

Editore: Arnoldo Mondadori Editore, Milano

Collana: "Tutto/Illustrati "

Anno:1999

Tipologia: Manuale a schede

Formato:14x19,5 pagg. 288 con illustrazioni a colori (copertina in brossura con risvolti)

Prezzo: 20,00 €

ISBN: 88-04-45157-2

 

Recensione

Il libro descrive i più perfetti ecosistemi del mondo, le specie viventi che li abitano, le abitudini, i comportamenti, la pericolosità, i criteri di identificazione.
400 specie, oltre 300 schede di riconoscimento splendidamente illustrate a colori con 550 fotografie, indirizzi e informazioni pratiche, accurate introduzioni sui diversi ecosistemi, tanti riquadri di approfondimento: una guida agile, informatissima e di facile lettura per sapere tutto sulla barriera corallina tropicale e sui suoi affascinanti e coloratissimi abitatori.

Il volume contiene anche una mappa dei reef più belli del mondo, con tutte le destinazioni imperdibili per i subacquei.

torna all'indice

 

Titolo: ATLANTE DEI PESCI DEL MEDITERRANEO

Autori: P. Fossati - A. Mojetta - A. Ghisotti

Editore: Portoria Editrice, Lodi

Anno: 1998

Tipologia: Manuale a schede di biologia marina

Formato: 9,5x19,5 pagg. 161 con illustrazioni a colori (copertina morbida)

Prezzo: 12,35 €

ISBN: 8880-18098-2

 

Recensione

Un utilissimo manuale tascabile, strumento ideale per gli appassionati sub con 180 schede, complete di fotografie, che descrivono le caratteristiche salienti, le abitudini e le curiosità delle specie più comuni che si incontrano nelle acquee del Mediterraneo. Le schede sono precedute da un capitolo introduttivo che descrive, più in generale, il tipo di fondali e gli ecosistemi presenti nel Mare nostrum, fornendo gli strumenti indispensabili per imparare a conoscere l’abc della vita sotto il mare.

torna all'indice

 

Titolo: Le più belle immersioni nei mari italiani

Autore: Giorgio Mesturini

Editore: Editoriale Olimpia, Firenze

Anno: 1997

Tipologia: Guida subacquea

Formato: 19,5x26,5 pagg. 96 con 100 illustrazioni a colori (copertina cartonata)

Prezzo: 16,53 €

ISBN: 88-253-1703-4

 

L’autore
Fotografo subacqueo e pubblicista, Giorgio Mesturini (Milano, 1957) collabora con «Mondo Sommerso», «Airone», «Oasis» e altre importanti riviste di settore. È docente di fotografia presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano. Ha pubblicato le seguenti opere: Porti minori della Liguria (1991), Le porte dell’Europa (1992). Ha realizzato immagini per i volumi La natura del Lodigiano e L’Italia dei parchi marini.

 

Recensione
Dalla Liguria alla Sicilia, questo libro ci accompagna nell’esplorazione dei più suggestivi fondali di casa nostra. Sono 21 le località toccate: Camogli, Sanremo, il Giglio, l’Elba, Porto Santo Stefano, Capraia, Giannutri, Ventotene, Ponza, Ischia, Palinuro, Sorrento, Scilla, Linosa, Pantelleria, Lipari, Ustica, Lampedusa, Santa Teresa, Villasimius, Tavolara e Molara. Con un repertorio fotografico di prim’ordine e tutte le «informazioni turistiche» più utili per il sub.

torna all'indice

 

Titolo: 30 anni di blu - Storia e vita di un concorso sotto le onde

A cura di: Mauro Benericetti e Carlo Donati.

Editore: Edizioni Carta Bianca, Faenza

Anno: 2008

Tipologia: Raccolta fotografia subacquea

Formato: 22x22 pagg. 84 con foto a colori (copertina morbida)

Prezzo: 20,00 €

ISBN:

 

Recensione

In occasione della XXX edizione del concorso internazionale di fotografia subacquea "Città di Faenza" ideato e curato dal Centro Sub Faenza, è stata pubblicata un'antologia fotografica dal titolo che raccoglie oltre 100 immagini che documentano le tante edizioni di questo concorso.
"30 anni di blu" nasce dalla voglia di raccontare altrettante storie d’amore verso quella grande luce liquida che accoglie chi entra nel nostro mare pubblicando una raccolta di oltre 100 immagini delle tante edizioni del concorso. Sono immagini che ripercorrono la sua storia e dei suoi partecipanti, veri artisti della fotografia, dal 1979 al 2008.

Si passa dal bellissimo bianco e nero degli anni ‘70 fino alle foto ottenute con le riprese delle attuali macchine digitali ad alta definizione. Ma è anche la storia di un concorso, giunto alla trentesima edizione, che continua a mietere successi di partecipazione da ogni parte del mondo. Un successo dovuto alla grande passione per la subacquea, uno sport che si sta diffondendo sempre più e che insegna a vivere il mare con rispetto e con la voglia di scoprire nuove emozioni e avventure in completa sicurezza. La fotografia, specialmente oggi con l’avvento dell’immagine digitale (quella senza pellicola) ha raccolto, nel tempo, sempre più appassionati che si sfidano a colpi di splendide immagini raccolte nei mari di tutto il mondo per confrontarsi in importanti concorsi come quello di Faenza.

Uno splendido volume che contiene una grandissima documentazione che aiuta a conoscere un mondo ancora in parte nascosto ma in grado di entusiasmare tutti e che registra, anno dopo anno, l’evoluzione e la trasformazione di questo immenso ambiente naturale che è il mare.

Il volume riporta anche pensieri di Lucio Dalla, Claudio Casadio, Pierfranco Dilenge, Andrea Giulianini, Antonio Marcelli e Sergio Montanari.

torna all'indice

 

Titolo: GUIDA AI RELITTI DEL MAR ROSSO

Autori: Andrea Ghisotti, Kurt Amsler, Vincenzo Paolillo, Roberto Rinaldi, Bicciato, Rossetti

Editore: Edizioni White Star, Vercelli

Anno: 1999

Tipologia: Guida subacquea

Formato: 18x25 pagg.160 con illustrazioni a colori (copertina morbida)

Prezzo: 20,00 €

ISBN: 88-80950-4IX

 

Recensione

Correnti impetuose, reef affioranti ed eventi bellici hanno disseminato, nei secoli, i fondali del Mar Rosso di centinaia di relitti, che oggi, ricoperti di gorgonie e alcionari, costituiscono un sicuro rifugio per una fauna ricchissima. Questa guida offre un`affascinante carrellata sui 18 relitti più interessanti e scenografici del Mar Rosso - dal Golfo di Aqaba alle isole Dahlak - un indimenticabile viaggio nella storia e nel tempo.

Ogni relitto, presentato in un dettagliato disegno tridimensionale, che ne ricostruisce la posizione e le attuali condizioni, è corredato di splendide immagini a colori e fotografie d’epoca. I testi riuniscono notizie e aneddoti relativi all`affondamento, consigli e informazioni pratiche che consentono di pianificare le immersioni e di valutarne le difficoltà.

Un volume che non può mancare nella biblioteca di ogni appassionato di relitti!

torna all'indice

 

Titolo: I grandi relitti del Mar Rosso: Thistlegorm e Rosalie Moller

Autore: Alberto Siliotti

Editore: Geodia, Verona

Anno: 2006

Tipologia: Guida subacquea

Formato: 22x22 pagg.  64 con foto e disegni a colori (copertina in brossura)

Prezzo: 18,00 €

ISBN: 88- 87177-51-1

 

Recensione

Una guida illustrata, ricca di bellissime fotografie a colori e di disegni che ci conduce alla scoperta dei due più famosi relitti del Mar Rosso settentrionale: l’S.S. Thistlegorm e il Rosalie Moller.

Il libro descrive la storia dei due relitti, il loro ritrovamento e la loro esplorazione all’interno  e all’esterno, fornendo utili indicazioni a tutti gli appassionati di relitti.

 

L’autore

Alberto Siliotti, giornalista scientifico e istruttore subacqueo, è uno dei principali esperti del Mar Rosso a cui ha dedicato numerosi articoli, documentari e libri. Ha scritto tra l’altro Sharm-el-Sheikh Diving Guide (1999), I Pesci del Mar Rosso (2001), Mar Rosso – Giardino di corallo (2004), Sinai Diving Guide (2005), I grandi relitti del Mar Rosso (2006).

 

torna all'indice

 

Titolo: LA DECOMPRESSIONE - Storia, studi e misteri

Autore: Leone Tarozzi

Editore: Edizioni Adventures, Milano

Collana: "I libri di SUB"

Anno: 1998

Tipologia: Manuale

Formato: 24x17 pagg.144 pag. con disegni e tabelle (copertina morbida)

Prezzo: 20,66 €

ISBN:

 

L'autore

Laureato in biologia e collaboratore del CNR (Istituti di Geologia Marina e di Fisica dell'alta e bassa atmosfera di Bologna), è istruttore subacqueo UISP, CMAS e Oxygen DAN. Collabora in progetti di ricerca del DAN e ha pubblicato "L'attività subacquea. Fisiologia, tecniche e materiali (Zanichelli 199).

 

Recensione

In dieci capitoletti l'autore riassume in un linguaggio non strettamente tecnico le varie linee di pensiero, le ricerche scientifiche e le scoperte che hanno permesso all'uomo di esplorare le profondità marine, da Paul Bert e J. Scott Haldane all'inizio del secolo scorso sino ad oggi.

Il libro, dedicato ai subacquei che vogliano approfondire le proprie conoscenze e agli istruttori che vogliano aggiornarsi, contiene una ricca bibliografia e un utile glossario dei termini più ricorrenti.

torna all'indice

 

Titolo: IL MIO MAR ROSSO

Autore: Folco Quilici         

Editore: Arnoldo Mondadori Editore, Milano

Anno: 2002 (riedizione)

Tipologia: Libro fotografico

Formato: 23,5x28,5 pagg. 159 con fotografie a colori (rilegato, copertina rigida)

Prezzo: 25,00 €

ISBN: 8843581864

 

Commento (di Folco Quilici)

…per la prima volta un mare tropicale svelava la meraviglia dei suoi colori; vivendo nelle sue acque per mesi, scattammo migliaia di foto, migliaia di metri di filma, vivemmo, a migliaia, momenti di paure, di ebbrezza, di scoperta. E lo chiamammo Sesto Continente. Dopo molte decine d’anni, tornato a immergermi nelle sue trasparenze, ho ritrovato quell’emozione, ne ho vissute nuove e inaspettate; stupefacenti, come solo il Mar Rosso sa ancora offrire…..

 

Recensione

Un album fotografico che è la testimonianza della scoperta e della rivisitazione del più affascinante dei mondi sommersi del pianeta, ma che è anche la cronaca di una lunga fedeltà: la fedeltà di Folco Quilici per la divulgazione naturalistica oltre che per il Mar Rosso.

Nel libro fotografico di Folco Quilici e Luca Tamagnini - che vuole essere un vero e proprio inno in onore del "più bel mare corallino" esistente al mondo - si fondono, in un singolare affresco, l'informazione enciclopedica, un affascinante viaggio nel tempo e l'esperienza personale dell'autore che invita all’avventura e all’esplorazione del "sesto continente" e dell’acquario di Allah… prima che sia troppo tardi.

torna all'indice

 

Titolo: SCUBA DIVING - MALTA - GOZO - COMINO

Autore: Peter George Lemon

Anno: 2008 (ristampa)

Tipologia: Guida subacquea

Lingua: inglese

Formato: 29,6x20,8 pagg. 224 con fotografie e disegni a colori (copertina in brossura)

Prezzo: £18.99

ISBN-10: 0954178912

ISBN-13: 978-0954178918

 

Recensione

Si tratta della seconda edizione della bellissima guida in formato A4 di Peter Lemon che contiene tutte le informazioni utili per immergersi nelle isole di Malta: una guida assolutamente indispensabile per chi voglia visitare il lato sommerso di questo stupendo angolo del Mediterraneo.

L’autore, attraverso una serie di splendide immagini aeree e subacquee, ci guida alla scoperta dei 97 siti d’immersione più interessanti delle isole di Malta, Gozo e Comino. Ogni punto di immersione è descritto dettagliatamente ed è illustrato con una precisa piantina a colori che da al lettore un’idea precisa del sito, fornendogli anche una serie di informazioni pratiche su come raggiungerlo con la barca di un diving, ma anche semplicemente da riva.

Si tratta senza dubbio della più completa guida per le immersioni a Malta e nei suoi dintorni.

 

The Complete Diving Guide to Malta Gozo and Comino

The first edition was titled “Guide to Shore Diving the Maltese Islands”. The change of title comes about because this second edition adds 25 pages of 52 boat-diving locations, though in less detail than the shore-diving sites.

This publication covers 97 dive sites around the Maltese Islands based on the author’s experience of over 1500 dives in the waters of the Maltese Islands over a period of almost twenty five years. It is a comprehensive full colour 224 page guide, to 45 illustrated dive sites each with an aerial photograph, a local map and accompanying text, also 52 boat dives are featured. This is well supported by approximately 450 photographs, 90 of these are aerial, covering dive sites, marine life, wrecks, artificial reefs and places of interest. The book is fully up to date and includes a new wreck, the P29 which was scuttled at Cirkewwa in August 2007.

It is written with the accounts of the authors experiences in scuba diving, local knowledge and information aimed at both the experienced independent diver as a guide, also to those who require accompanied diving or for the beginner as a souvenir.

Clearly laid out, this A4 book takes you on a trip around the seas of the Maltese Islands. Below the aerial photograph is a three-dimensional map of each dive site, which is clear and easy to follow. They show the most favourable entry and exit points, depths and underwater landscape, helping to make each dive as stress free and as safe as possible, easy to read as the whole book is in a portrait format.

Detailed sections cover most things you would need to know when visiting the Maltese Islands, also information of places of interest to visit for those days when you do not go diving. There is a comprehensive index, which means that you don’t need to spend hours trawling through the book every time you need to find something specific.

Highly illustrated as well as informative, this guide makes an ideal coffee table book as much as it does a reference book or of course as a souvenir for the beautiful aerial photographs contained within its pages.

torna all'indice

 

Titolo: PROFONDAMENTE

Autore: Umberto Pelizzari

Editore: Arnoldo Mondadori Editore, Milano

Anno: 2005 (seconda edizione)

Tipologia: Autobiografia

Formato: 23,5x28,5 pagg. 215 con fotografie a colori (rilegato, copertina rigida)
Prezzo: 29,00 €

ISBN: 88-370-3570-5

 

Recensione (di Alberto Balbi e Giorgio Volpe)

Cosa induce l'uomo a cercare di spingersi sempre più nelle profondità del mare trattenendo il respiro? Che significato ha un record di immersione in apnea e come si è arrivati alle abissali profondità del giorno d'oggi? Quali emozioni e sensazioni può regalare un rapporto diretto con il mare, vissuto in apnea?  Cosa pensa un uomo immerso in apnea quando una colonna d'acqua alta come un grattacielo di 35 piani lo separa dalla successiva, vitale boccata d'ossigeno? Come funzionano i record di immersione in apnea?

Profondamente offre una risposta a tutti questi interessanti quesiti nel modo più semplice, con la narrazione diretta delle esperienze vissute dall'uomo che, forse, più di ogni altro ha saputo carpire i segreti di un modo nuovo ed antico di vivere il Sesto Continente. Antico, perché l'apnea è conosciuta e praticata da millenni ed affonda le proprie radici nel desiderio di evoluzione, scoperta e conquista proprio dell'umanità; nuovo, perché l'evoluzione delle attrezzature, delle tecniche di immersione e dello stesso approccio all'apnea ha subito una rapida accelerazione nel corso degli ultimi decenni, permettendo una notevole diffusione della disciplina ed un vertiginoso aumento delle prestazioni massime.

Con il suo stile narrativo fluido ed estremamente efficace, Umberto riesce a catturare l'attenzione del lettore sin dalle prime battute, in cui, attraverso l'accurata descrizione di un tuffo da record, chiarisce alcuni elementi caratterizzanti del suo approccio al mare e all'apnea. Dopo questo preambolo, "il Pelo" inizia a raccontare la sua storia - e, conseguentemente, quella del profondismo - a partire dai primi difficili contatti con l'elemento liquido nella sua infanzia. Una storia vera, intensa, che proietta il lettore in un mondo nuovo e affascinante, per la prima volta svelato da colui che ha raccolto il testimone di Maiorca e Mayol per continuare la sfida con il limite umano.

Il connubio di parole e immagini in armonica fusione accompagna il lettore in un viaggio da sogno, fatto di piccole grandi cose, come i rapporti forti e profondi con la squadra di assistenza che sempre ha accompagnato il profondista nella culla di Nettuno. Procedendo con la lettura dei vari capitoli l’appassionato impara a conoscere Umberto e alla fine dell’opera ha la sensazione di aver letto l’autobiografia di un amico, di un delfino che trasformato in uomo vive in una doppia dimensione.

Un libro da leggere "tutto d’un fiato", trasportati da un entusiasmo che a distanza di anni e di numerosi traguardi conquistati è rimasto immutato anche dopo l'abbandono del mondo dei record lontano dall'essere pago dei traguardi raggiunti nel suo cammino di crescita personale e professionale.

Una poesia conclude il testo, un’armonia di parole della sorella Stefania. Versi da leggere con il cuore in ascolto, versi che da soli colgono l’essenza di questo libro.

 

Impressioni

Il libro racconta i record, la vita, i pensieri di Umberto Pelizzari, protagonista assoluto per un decennio della storia recente dell'apnea agonistica.

Determinazione assoluta, impegno totale, concentrazione estrema. Una sfida fisica e mentale ma anche, e soprattutto, l'emozione, della profondità, la ricerca del Grande Blu, il piacere di fondersi con il mare, la gioia dell'armonia cosmica. Tutto questo è l'apnea e questa frase di Umberto stesso descrive perfettamente l’emozione dell’apnea profonda: “...a precipizio negli abissi: le pulsazioni rallentano, il corpo svanisce, ogni sensazione galleggia dentro nuove forme. Resta soltanto l'anima.”

Questo libro - davvero emozionante -  non è semplicemente l'autobiografia dell'atleta Pelizzari, ma è anche una straordinaria riflessione sulla continua e insopprimibile esigenza dell'uomo di superare i limiti imposti dalla natura, di sperimentare nuove sensazioni, di immergersi sempre più in se stesso, alla ricerca di una libertà che non conosce barriere. Il racconto, nitido e avvincente degli episodi che hanno segnato la vita e l'attività agonistica di Umberto, permette al lettore di rivivere lo straordinario rapporto del "Pelo" con il Mare. Leggere questo libro fa veramente bene all’anima.

Mi ha particolarmente colpito la frase che era scritta sulla sua slitta durante l’ultimo record a Portofino nel ‘99: ”Nettuno ti saluta e ringrazia… gli mancherai…! Chissà... probabilmente è proprio così!

torna all'indice

 

Titolo: BOLLE - MANUALE FEDERALE D'IMMERSIONE

Autore: AA.VV.

Editore: La Mandragora, Imola (BO)

Tipologia: Manuale didattico

Formato:  16x16 pagg. 496 con foto e disegni a colori (copertina morbida con risvolti)

Anno: 2007 (ristampa)

Prezzo: 24,00 €

ISBN: 88-7586-009-2

 

Recensione

Si tratta della nuova versione del manuale di didattica subacquea del 2° livello, aggiornato secondo le nuove linee guida dettate dalla F.I.P.S.A.S. alla cui redazione nel 2004 hanno contribuito tutti i componenti del Comitato Regionale Emilia e Romagna.

Il testo, ricco di tabelle e di disegni a colori è di concezione moderna e innovativa e si presenta piacevole nella lettura ed estremamente completo nella trattazione, spaziando dalle attrezzature ARA, alla fisica, all’anatomia, alle tecniche d’immersione, fino al salvamento, alla meteorologia, alla marineria, alla biologia marina. Il formato particolarmente compatto fa sì che possa trovare posto nella valigia del sub in viaggio per fare immersioni, dandogli modo di ripassare i fondamentali della subacquea.

torna all'indice

 

Titolo: MARE SEGRETO

Autore: Jeffrey L. Rotman

Edizione: White Star/National Geographic, Vercelli

Collana: "I segreti del Mare"

Tipologia: Portfolio fotografico

Anno: 2001

Formato: 33x24,5 208 pagg. (rilegato, illustrato a colori, in cofanetto)
Prezzo: 29,00 €
ISBN -13: 9788880956587

ISBN: 8880956582
 

Recensione

Nel corso di una carriera ultraventennale, il fotografo americano Jeff Rotman (uno dei maggiori fotografi subacquei contemporanei) ha scattato immagini uniche e spettacolari in ogni mare della Terra. I suoi fotogrammi più belli, uno sguardo sulle sorprendenti geometrie e sui suggestivi colori dell’infinitamente piccolo, sono stati raccolti in queste pagine, dalle quali fanno capolino creature dall’aspetto fiabesco: occhi che frugano nelle tenebre, macchie di colore come quadri astratti, giochi di luci e ombre, disegni geometrici inventati da un una mente geniale.

Il book offre al lettore l’opportunità unica di esplorare gli angoli più nascosti del mondo oceanico. Con la tecnica della microfotografia, Jeffrey Rotman inquadra tratti specifici - gli occhi, le branchie, le pinne, le bocche e le scaglie dei pesci - cogliendo i dettagli più minuti in fotografie che sembrano quadri astratti. Le formazioni coralline diventano castelli, una pinna di pesce diventa opera d'arte. Attraverso queste immagini, il lettore coglierà il senso della grande diversità del mondo sottomarino.

La veste grafica innovativa, studiata per evidenziare la straordinaria ricchezza “pittorica” di ciascuna immagine, il taglio artistico del volume e i testi redatti dallo stesso Rotman fanno di quest’opera un prestigioso omaggio al talento creativo dell’uomo e della natura. Un book che sarà molto apprezzato dagli amanti della fotosub, ma anche dai semplici appassionati delle meraviglie sommerse.

torna all'indice

 

Titolo: MARE

Autore: AA.VV.

Edizione: White Star, Vercelli

Collana: "Cube Book"

Tipologia: Book fotografico

Anno: 2003 (ristampa 11/2005)

Formato: 16,5 x 16,5 736 pagg. (rilegato, copertina rigida)

Prezzo: 15,90 €
ISBN-13: 9788854001824
ISBN: 88540018241

 

Recensione

Si tratta del Cube Book di maggior successo, tradotto in 16 lingue e già ristampato nel 2005: una strepitosa raccolta di splendide immagini del mare. Contiene panorami mozzafiato, immagini riprese dal satellite, dall’aereo, dalla barca a vela e dalla costa. I soggetti sono gli eventi della natura, le coste, i litorali e le meraviglie del mondo sommerso… insomma il MARE colto in una varietà di colori, aspetti e condizioni atmosferiche, dall’infuriare di una tempesta alla quiete dorata di un tramonto. Non solo distese d’acqua incontaminate, quindi, ma anche coste, isole, borghi brulicanti di vita, ghiacci, fari e tesori sommersi, oltre a genti e mestieri che dal mare traggono la loro linfa vitale. A ognuno di questi temi è dedicato un capitolo, in cui le immagini scattate da grandi fotografi di fama mondiale sono affiancate da testi altamente evocativi, redatti da grandi firme del giornalismo o dello sport. Centinaia di fotografie una più bella ed emozionante dell’altra.

Le immagini sono corredate di altrettante didascalie, che descrivono i luoghi. Per le referenze fotografiche, alla fine del libro c’è una breve biografia degli autori e un indice che elenca, pagina per pagina, gli autori delle foto.

torna all'indice

 

 

Titolo: FIGLI DI UNA SHAMANDURA - Peccati e segreti di Sharm El-Sheick

Autore  Claudio Di Manao

Editore: Magenes Editoriale,Milano

Collana: Maree. Storie del mare

Anno: 2008

Dimensioni: 15 x 21 pagg. 176 (copertina in brossura con risvolti)

Prezzo: 12,00 €

ISBN: 978-88-873763-57

 

L’autore

Claudio di Manao, è nato a Roma nel 1961, ed è un tipico Sagittario. Appassionato di mare, viaggi e sport estremi, la sua sete di vita lo ha portato ad abbandonare la sua professione di broker a Roma per imbarcarsi su un bialbero verso i Caraibi, adeguandosi ai compiti ed ai mestieri più inattesi: dal marinaio al manovale, dal cuoco al barista.
Già subacqueo da molto tempo, in un tipico giorno caraibico del 1993,  subisce il richiamo irrinunciabile della barriera corallina, e trova un'ottima scusa per continuare a girovagare. Decide di diventare un istruttore sub. Da allora finisce (stranamente) in Inghilterra e Scozia, dove apre un ristorante, un dive club, e frequenta corsi di ultraleggero, istruttore di vela e di canoa.
Poi lo troviamo in Messico, alle Isole Cayman, a Zanzibar ed in Mar Rosso, come guida subacquea e istruttore.
Istruttore PADI dal 1996, IANTD dal 1998, ha più di 70.00 immersioni sulle spalle.
Scopre, quasi per scherzo, la scrittura con “Figli di una shamandura” e “Cani salati nel profondo blu”, divenuti, sempre per scherzo, due libri  "cult" nel loro genere.
Scrive per goredsea.com, scubaportal.it, Mix Magazine. Alcuni suoi articoli sono apparsi anche su il Quotidiano Nazionale. Recentemente ha esordito in radio con un suo programma intitolato: "Tra cielo e mare", fotografie di viaggio, prodotto dalla Radio Televisione Svizzera Italiana.
Vive a Sharm el Sheikh dal 1998, in compagnia di Circe, una gatta nerissima che lo segue ovunque senza guinzaglio.

 

Recensione

Forse una scusa per fuggire dal mondo reale, forse un amore per il mare e le sue creature, o forse sono malati della sindrome di Peter Pan... Tra barche, coralli e bar i personaggi di questa storia vivono e lavorano, dimenticando la loro età anagrafica, sullo sfondo di un Egitto surreale e inedito, popolato di turisti che lo sono ancora di più. Un libro dedicato a quelli che "se ne sono andati" con una sacca da sub in spalla, per esplorare la propria vera vita in un posto dove splende sempre il sole. Il mare e la vita brada come stile irrinunciabile per migliaia di istruttori e guide subacquee, lungo percorsi funambolici, a volte struggenti, più spesso paradossali, itinerari umani.

torna all'indice
 

Titolo: CORALLARI

Autore: Ninni Ravazza

Editore: Magenes Editoriale, Milano 

Collana: Maree. Storie del mare

Anno: 2004

Dimensioni: 15 x 21 pagg. 256 (copertina in brossura con risvolti)

Prezzo: 14,00 €

ISBN: 8887913544

ISBN-13: 978-88-879135-45

 

L’autore

Ninni Ravazza, giornalista, pescatore subacqueo professionista, corallaro e sommozzatore delle più famose tonnare siciliane, ha partecipato a campagne di ricerca archeologica e scattato fotografie pubblicate su riviste di tutto il mondo. Studioso della cultura e delle tradizioni locali e dei miti legati al mare, ha pubblicato diversi saggi e libri su questi argomenti. Ha collaborato con prestigiosi quotidiani e periodici e ha diretto giornali ed emittenti televisive locali.

 

Recensione

Il libro è una raccolta di storie minime, a volte tragiche e a volte divertenti, che hanno come sfondo comune una Trapani di fine anni Settanta, nella quale, con la scoperta del banco corallifero di Scherchi si scatenò una sorta di corsa all’oro rosso.

In una sorta di diario sentimentale l’autore racconta quella fortunata stagione, vissuta in prima persona, che fece rivivere a Trapani la storia di quando molti secoli prima i trapanesi erano ancora padroni delle vie del mare e dal mare seppero trarre buona parte delle loro ricchezze economiche.

Il porto di Trapani in quel periodo divenne la base per le immersioni su quei fondali ottanta miglia al largo, che non avevano mai visto un subacqueo. Arrivarono in città decine di corallari per tentare l’avventura in quei mari lontani: professionisti, avventurieri, dilettanti e ognuno portava con sé le speranze, le illusioni e le delusioni che da sempre accompagnano la ricerca dell’oro rosso.

In questo libro si raccontano le storie di quegli uomini, le loro passioni, le immersioni nell’acqua di cristallo e le lunghe navigazioni nel canale di Sicilia a bordo di grandi pescherecci o piccole barche, si racconta la crudeltà e la generosità della gente di mare, l'ansiosa ricerca del fiore più prezioso degli abissi. Sono storie vere di uomini, di barche e di donne, di immersioni e di paure, di amori forti e violenti come le emozioni che soltanto il mare può regalare. E dietro a queste brevi storie di chi ha cercato nel fondo del mare la ricchezza, la libertà e la felicità, c’è sempre il corallo, il più prezioso fiore degli abissi che ha sempre affascinato l’uomo, da millenni.

torna all'indice
 

Titolo: HMS THUNDERBOLT - Morto e vissuto due volte

Autore: Cristina Freghieri

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Collana: Alesia Storie del mare

Anno: 2009

Dimensioni: 15 x 21 pagg. 204 (copertina in brossura con risvolti)

Prezzo: 15,00 €

ISBN: 888737645X

ISBN-13: 978-88-873764-56

 

Recensione

Tutto ha inizio quando Cristina, subacquea appassionata di relitti, scopre per caso la storia di un sommergibile inglese della Seconda Guerra Mondiale affondato nelle acque di San Vito Lo Capo, in Sicilia. Nessuno conosce le coordinate precise del relitto. Durante effettuate negli archivi storici, l'autrice ricostruisce l'identità di quell'involucro di ferro su quale il destino aveva disegnato un percorso ben definito. Nei documenti non trova soltanto un resoconto dettagliato degli eventi, ma coglie anche i sentimenti di uomini che muoiono con dignità accettando una sorte amara, nella convinzione che il loro sacrificio non si disperderà nel nulla. Durante le ricerche effettuate a terra, la verità dei documenti storici si mescola alla fantasia di chi ha ascoltato i racconti di molti subacquei e pescatori che sostengono di aver trovato il sommergibile. Non si tratta di un sommergibile qualunque: è il “Thunderbolt”, ex “Thetis”, affondato per ben due volte, inghiottito dall'abisso con tutto il suo equipaggio a bordo.

Il libro comincia dalla ricostruzione storica degli eventi che hanno portato al duplice affondamento del sommergibile e prosegue con le ricerche subacquee effettuate dall’autrice nel tentativo di localizzarlo. Dopo anni di infruttuose ricerche, forse ora si è finalmente prossimi al ritrovamento del relitto…

Un bel libro che parte dalla ricostruzione storica tratta da “The Admiral regrets” di Warren &  Benson, tradotto nel 1970 in “Uomini sul fondo” e si arricchisce del racconto delle tenaci ricerche effettuate da Cristina nel mare di Sicilia, un racconto che trasmette ansie, speranze e delusioni di un “cacciatore di relitti”.

torna all'indice

 

Titolo: GRAFFITI DELLA SUBACQUEA ITALIANA

La storia, attraverso un caleidoscopio di foto, documenti e aneddoti

Autori: Marina e Franco Martini
Editore: Erga Edizioni, Genova

Anno: 2007
Dimensioni: 16,5 x 24 pagg. 207 con foto b/n (copertina morbida)

Prezzo: € 18,90
ISBN-13: 9788881635023
ISBN: 88-8163-502-X

 

Gli autori

Marina e Franco Martini costituiscono un sodalizio prezioso: medico lei, non subacquea, ma paziente e indispensabile ombra ricamatrice di ricerche e ordinamento di materiali, biologo lui, classe ’49, subacqueo "forgiato" negli anni ’60 dal padre della subacquea italiana, Duilio Marcante, è dagli anni ’80 che si interessa della storia della subacquea. Tra una mostra e un’altra (Genova Graffiti; Italia Graffiti, realizzata nell’ambito del congresso della Società Italiana Medici Subacquei Iperbarici) si occupa, come biologo, di consulenza sui controlli ambientali.

 

Recensione

A tutti prima o poi, specialmente dopo i fatidici “anta”, capita ogni tanto di imbattersi in sapori, musiche o immagini che ci riportano ai tempi dell’adolescenza: ricordi sepolti che riaffiorano alla mente con nitidezza. A me è capitato leggendo “Graffiti della subacquea italiana”, un libro che mi ha fatto fare un vero e proprio salto indietro nel tempo. Vi ho ritrovato il mondo che ha alimentato la mia fantasia di bambino: pagine di libri e riviste sulle quali ho letto le storie del Sesto Continente, e una raccolta di nomi che nel mio immaginario erano ciò che allora erano i calciatori per quasi tutti i miei compagni di giochi. Un mare infinito di ricordi… frammenti di memoria…. graffiti appunto, tanti episodi e personaggi che ci raccontano e si raccontano dalle pagine di questo libro, per ricordare che veniamo tutti da lì, da quei “pionieri” che hanno scritto la storia della subacquea italiana. Un’opera interessantissima che, oltre a far riaffiorare i ricordi di noi “vecchi”, può aiutare tanti giovani subacquei brevettati dalle nuove didattiche di derivazione americana ,che oggi a decine di migliaia frequentano mondo sottomarino, a capire meglio quanta storia c’è dietro una attività sportiva che troppo spesso viene vissuta come un passatempo da villaggio turistico. Un libro da cui trasuda l’amore per il mare, le immersioni e lo spirito d’avventura dei protagonisti. Un libro che aiuta certamente a far capire che la subacquea può essere praticata con grande serenità, ma sempre con un doveroso rispetto verso il mare, che non perdona mai.

 

Il volume non ha una trama, ma è una raccolta di testimonianze dirette e di pensieri dei tanti che hanno fatto la subacquea moderna. Non c’è neppure un indice e gli stessi autori ne spiegano così il perché: Il libro non ha sommario, perché non si poteva dare un ordine al contenuto di un sacchetto di perle, tutte ugualmente belle. È come una vecchia scatola, trovata in solaio, colma di lettere, foto, documenti, francobolli... pezzi rari, spesso unici, che appassioneranno chi è attento alla storia.”

E ancora, per spiegare come è nato questo volume del tutto particolare, scrivono: “I nostri amici sanno che da anni cerchiamo "Graffiti" del mondo della subacquea e che con amore li archiviamo. Incitati da loro abbiamo deciso di far sapere a tutti, cosa contengono i nostri raccoglitori. Tanti e tanti "Graffiti" devono essere portati alla luce per dare una voce a tutta la storia della subacquea, senza pregiudizi. Perciò abbiamo selezionato il materiale più intrigante ed è nato questo album di ricordi. Non solo foto, documenti e stralci da vecchie pubblicazioni ma anche testimonianze raccolte direttamente da chi ha tenuto a battesimo o fatto crescere la subacquea italiana.”

torna all'indice
 

Titolo: Relitti e Navi Sommerse - Liguria e Toscana  

Guida ai relitti moderni nei mari italiani

Autori: Gianluca Mirto, Sergio Pivetta e Giorgio Spazzapan

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Anno: 2009

Tipologia: Guida subacquea

Dimensioni: 16,5 x 24 pagg. 512 con foto b/n (copertina morbida)

Prezzo: 28,00 €

ISBN: 978-88-87913-83-5

 

Recensione

Gianluca Mirto e Sergio Pivetta, subacquei appassionati di storia navale e di relitti sommersi, ideatori e gestori del sito www.relitti.it, assieme a Giorgio Spazzapan, anch’egli appassionato di storia navale, sono gli autori di questa opera di oltre 500 pagine: una vera miniera di informazioni, dati e numeri interessantissimi per tutti gli appassionati di relitti come me. Si tratta solo di una piccola parte dell’immenso database di Relitti.it, limitata ai fondali della Liguria e della Toscana.

Il volume, corredato da una ricca e interessante bibliografia, è formato da una notevole quantità di schede tecniche - una per ogni relitto sommerso - contenenti una serie di informazioni essenziali per ogni appassionato: caratteristiche della nave o dell’aereo affondato, causa dell’affondamento, posizione e caratteristiche fondamentali dell’immersione. Per alcuni relitti il nome e la posizione esatta sono ancora sconosciuti. Il tutto è arricchito da alcuni disegni e da numerose fotografie in bianco e nero, come si conviene ad un volume “storico”. 

Dedicato “Agli scomparsi in mare di ogni luogo ed epoca..." questo volume va ad arricchire la mia collezione di libri di subacquea. Un libro che consiglio davvero a tutti gli appassionati di relitti come me!

 

Dice Sergio Pivetta, uno degli autori del volume: "Noi non siamo scrittori o romanzieri e non è nostra pretesa diventarlo, siamo studiosi di navi e di storia navale. Il nostro obiettivo era quello di radunare in un unico volume tutte le informazioni che abbiamo a disposizione sui relitti della zona Liguria e Toscana, sia quelle tecniche, che quelle storiche". Il libro "è frutto di parecchi anni di lavoro certosino per cercare le informazioni esatte in mezzo a tante fasulle, imparare a riconoscere una nave non dal nome, ma dai particolari su foto storiche in b/n con la lente di ingrandimento"… un lavoro certosino il cui risultato è veramente apprezzabile.

torna all'indice

 

Titolo: DISPOSITIVO AMPLATZER - DIARIO D'IMMERSIONI

Autore: Giacinto Marchionni

Editore: Edizioni Tracce, Pescara

Anno: 2009

Tipologia: Narrativa biografica

Dimensioni: 13 x 21 pagg. 192 (copertina morbida)

Prezzo: 15,00 €

ISBN 978-88-7433-551-0

 

L’autore

Giacinto Marchionni è nato nel 1961, vive e lavora a Pescara. Appassionato d’immersioni pratica questa attività dal 1981. Questa è la sua opera prima.

Questo romanzo delinea una storia originale, i cui veri protagonisti sono forse la passione per le immersioni e il mondo marino, parafrasando l’autore un vero e proprio “viaggio dentro l’acqua” ricco di risvolti allegorici…

L’abilità dell’autore è proprio nel rendere scorrevole e coinvolgente una  narrazione originale e suggestiva, così che le immersioni diventano il simbolo delle sfide dell’uomo all’esistenza, componendo un romanzo di grande forza sul piano allegorico.

 

Recensione

Ho conosciuto Giacinto Marchionni attraverso un forum di subacquea al quale siamo iscritti entrambi. Un personaggio spiritoso, autore di storie simpatiche e ben scritte che lasciavano intravedere la sua grande passione per le immersioni. Anche lui, come me, ama raccontare e raccontarsi.

Ci siamo incontrati e ci siamo immersi insieme qualche volta, nei laghetti e nei fiumi abruzzesi che mi ha aiutato a scoprire. Ci siamo scambiati i nostri libri… Leggendo questo suo libro ho avuto modo di conoscere meglio la sua personalità, rafforzando la sensazione di trovarmi di fronte a una bella persona, sicuramente un po’ fuori dagli schemi tradizionali. Molte cose ci accomunano: anche per lui l’immersione subacquea è qualcosa di più di una passione veramente grande.

Il libro inizia dal racconto di un bambino curioso che s’immergeva in apnea per catturare i cannolicchi e descrive la crescita di Giacinto come uomo e come sub, alternando racconti di immersioni a caccia di nuove emozioni a ricordi di vita quotidiana.

Con grande naturalezza l’autore racconta le sue immersioni estreme, spesso fatte da solo, con acqua fredda e visibilità pessima, anche a profondità molto impegnative. Sono immersioni nelle quali tempra il suo carattere e impara a gestire le emozioni in situazioni difficili.

Anche se il libro contiene spesso il racconto di cose che nei corsi subacquei s’insegna che non vanno fatte, Giacinto non è certamente uno sprovveduto e non si affida alla sua buona stella. In acqua lui è sempre presente a se stesso, sa quali rischi corre e, soprattutto, sa quando deve fermarsi e risalire o quando non deve neppure immergersi.

Attraverso i racconti delle sue avventure l’autore stimola il lettore a crescere come subacqueo divenendo padrone delle sue immersioni. Giacinto racconta un modo diverso di andare sott’acqua, imparando a pianificare i nostri tuffi senza affidarsi a un diving, e ci trasmette l’emozione e l’entusiasmo che riesce a provare anche nuotando lungo un basso fondale a due passi da casa, un luogo che a molti potrebbe sembrare insignificante che invece è capace di riservare infinite sorprese a chi lo sappia osservare con lo sguardo curioso di un bambino.

torna all'indice
 

Titolo: ARIA PROFONDA

Autore: Fabio Perozzi

Editore: Magenes Editoriale – Milano

Collana: Maree. Storie del mare

Tipologia: Narrativa autobiografica

Anno 2010

Dimensioni: 15 x 21 pagg. 110 con foto a colori (copertina in brossura con risvolti)

Prezzo: € 16,00

ISBN: 8887376689

ISBN 13: 9788887376685

 

“ a tenermi stranamente compagnia era il suadente sibilo dell’erogatore e quella densa e magnetica freddezza del blu che mi avvolgeva al pari della forte pressione, che ora mi entusiasmava, ora mi angosciava”.

 

L’autore

Fabio Perozzi, 41 anni, romano, giornalista dal 1997 ha curato per diversi anni le rubriche di musica e le guide dedicate all’intrattenimento e ai locali del settimanale Roma c'è. Ha inoltre collaborato con i quotidiani Metro e Leggo; attualmente lavora al TG5. Aria profonda è la sua opera prima.

 

Recensione

La storia vera, delle emozioni e delle imprese tormentate di un gruppo di uomini agli albori della subacquea tecnica prima ancora che questa si diffondesse su grande scala. Il racconto dello sviluppo di una passione, di un gruppo di uomini "immersi" totalmente nella subacquea tecnica che diedero vita al team Biological Hazard.

Il libro descrive la passione e il sentimento per uno sport che spinge al limite fisico e umano chi lo vive intensamente. Un continuo susseguirsi di racconti e immagini: dalle prime conquiste inaspettate, conseguite sul filo dei propri limiti, fino ai sorprendenti due record del mondo. Uno di questi (Claudia Serpieri, 153 minuti d’immersione, -165 metri di profondità raggiunti nel buio lago d’Iseo il 18 marzo 2000) festeggiato e premiato a Roma davanti al pubblico di uno Stadio Olimpico gremito, prima della partita che avrebbe assegnato alla Lazio lo scudetto.

A fare da scenografia al racconto è l’avvincente binomio a base di mare e profondità. Un binomio eccitante e suadente allo stesso tempo, impossibile da domare.

torna all'indice
 

Titolo: DIARIO DI TONNARA

Autore: Ninni Ravazza

Editore: Magenes Editoriale – Milano

Collana: Maree. Storie del mare

Anno: 2005

Dimensioni: 15x21 pagg. 368 (copertina in brossura con risvolti)

Prezzo: 17,50 €

ISBN: 888791365X

ISBN-13: 978-88-879136-51

 

L’autore

Ninni Ravazza, giornalista, pescatore subacqueo professionista, corallaro e sommozzatore delle più famose tonnare siciliane, ha partecipato a campagne di ricerca archeologica e scattato fotografie pubblicate su riviste di tutto il mondo. Ha collaborato con prestigiosi quotidiani e periodici e ha diretto giornali ed emittenti televisive locali. Studioso della cultura e delle tradizioni locali e dei miti legati al mare, ha pubblicato diversi saggi e libri su questi argomenti. Sullo stesso argomento ha scritto“Il sale e il sangue. Storie di uomini e tonni” (2007).

 

Recensione

Il libro è una specie di diario che ripercorre i vent’anni dal 1984 al 2003 in cui Ninni è stato il sommozzatore della tonnara di Bonagia, al largo di Trapani, una delle più produttive e famose del Mediterraneo.

Ogni anno la stagione della pesca dura tre mesi e per ciascuna giornata l’autore ha scelto di raccontare ciò che è avvenuto di particolare nelle varie stagioni, rispettando la cronologia quotidiana ma muovendosi liberamente avanti e indietro negli anni.

Il libro disegna semplici affreschi di vita quotidiana dei tonnaroti, uomini che hanno svolto la stessa attività per più di mille anni, inconsapevoli l’uno dell’altro ma straordinariamente simili nelle emozioni e nelle reazioni, come se nella tonnara il tempo non fosse mai passato.

Nel suo “diario” l’autore ci parla dei fatti straordinari accaduti nella tonnara, dei momenti di esaltazione e delle tante sconfitte e racconta le speranze e le delusioni dei pescatori, dando al lettore il senso di quanto è avvenuto in quei vent’anni catapultandolo all’interno di un mondo affascinante e quasi romantico, che ormai sembra destinato a una malinconica scomparsa.

 

 

 

torna all'indice

 

Titolo: I MIEI MARI - Una vita di avventure, incontri, scoperte

Autore: Folco Quilici

Editore: Mondadori – Milano

Anno: 2007

Dimensioni: 14x21,5 481 pagg. con 31 foto a colori fuori testo (copertina cartonata con sovraccoperta)

Allegato: DVD di 58 minuti

Prezzo: 20,00 €

ISBN-13: 978-88-04-57260-2

ISBN: 88-04-57260-4

 

L’autore

Folco Quilici, nato a Ferrara nel 1930,viaggiatore, scrittore, regista e documentarista cinematografico e televisivo , è il più noto narratore italiano di mari e di continenti.

Dopo aver iniziato un'attività di tipo cineamatoriale, si è specializzato in riprese sottomarine, diventando molto popolare anche al di fuori dei confini nazionali. Il suo primo lungometraggio è stato Sesto continente del 1954, ricco di suggestive immagini subacquee dedicate ai mari australi. Seguono negli anni a venire film e lungometraggi che hanno fatto storia, tra i quali: "L'ultimo paradiso", "Tikoyo e il suo pescecane", "Oceano" e "Fratello mare". Successivamente ha alternato la documentaristica cinematografica con l'attività giornalistica, segnalandosi per le inchieste ed i servizi speciali riguardanti l'ambiente e la civiltà.

Tra i suoi libri sul tema uomo-mare i saggi: "I Mari del Sud" (1991), "Il mio Mediterraneo" (1992) e i romanzi "Cacciatori di navi" (1986), "Cielo verde" (1997), "Naufraghi" (1998), sul tema affascinante dell’archeologia subacquea i romanzi "Alta profondità" (2000), "L'Abisso di Hatutu" (2001), "Mare Rosso" (2002), "I serpenti di Melquart" (2003) e "La Fenice del Bajkal" (2005). Gli ultimi suoi libri sono "Libeccio" (2008) e "Terre d'Avventura. Amazzonia, Sahara, Kalahari, Lapponia, Congo, Melanesia" (2009).

 

Recensione

Non si tratta di un romanzo, ma del racconto di un’incredibile avventura durata anni, vissuta in prima persona dall’autore, che descrive la fatica e la gioia per lo studio e la paziente documentazione di un universo sottomarino affascinante: un mondo quasi perduto, capace in certi momenti di incutere timore, e in altri di entusiasmare.

Come in un romanzo dalla trama avvincente, il libro racconta esperienze e incontri dell’autore con sconosciuti pescatori, audaci avventurieri, scienziati coraggiosi impegnati ogni giorno a salvare specie in pericolo ed è pieno d’intrecci che portano il lettore all’interno di fantastiche avventure che hanno sempre come protagonista il mare.

Dopo la lunga stagione dei suoi libri-documento e quella dei romanzi da cui sono stati tratti film di grande successo internazionale, l’autore torna a percorrere e raccontare il mare descrivendo le meraviglie, ormai perdute, di un mondo di cui teme la fine. E’ il racconto di una vita trascorsa in mari lontani, ancora sconosciuti, e in altri vicini, più familiari, ma non per questo meno sorprendenti. Anni di scoperte, amori e paure vissute negli oceani e nei mari di tutto il mondo, dove, tra i relitti della preistoria e quelli di oggi, l’autore incontra uomini e creature di ogni specie, dalle stelle marine assassine ai polpi giganti, dalle spaventose ma innocue "mantas" agli squali, un tempo temuti e oggi vittime di una pesca indiscriminata che rischia di annientarli.

Al libro è allegato un DVD di quasi un’ora, con filmati anche inediti, ricchi di sequenze incalzanti che ci portano dai ghiacci artici ai fiumi dell’oro in Amazzonia, dai segreti e dalle sorprese archeologiche del Mediterraneo al fascino perduto degli atolli della Polinesia.

torna all'indice
 

Titolo: Manuale di speleologia subacquea

Autore: Massimiliano Pellegrini

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Anno: 2010

Argomento: speleologia, esplorazione subacquea

Dimensioni: 16,5 x 24 pagg. 94 copertina in brossura

Prezzo: 18,00 €

ISBN: 8887376654

ISBN-13: 978-88-87376-65-4

 

L’autore

Massimiliano Pellegrini, nato a Milano nel 1963, istruttore FIPSAS di terzo grado, commissario d’apnea, trainer di speleologia subacquea, trimix ipossico, rebreather CCR, istruttore di protezione civile, Aro, apnea, nuoto e altre varie specialità, istruttore BLS DAN- FIPSAS, speleologo dal 1998, è appassionato da sempre di esplorazioni, affascinato dal mistero e dalla bellezza della natura.

Ha ottenuto il primo brevetto ARA nel 1987 e prima ancora andava sott’acqua in apnea, e da allora non ha più smesso. Il mondo sommerso lo ha sempre affascinato e più il luogo è misterioso e maggiormente è attratto, non solo dai fondali misteriosi ma anche dalle cavità sia sommerse che aeree. Ha organizzato con un gruppo di persone molto affiatate e di altissima preparazione diverse spedizione ed esplorazioni. Il gruppo fa parte del Gruppo Speleo Deep World, una sezione che fa parte dell’associazione sportiva "Deep World" di cui Pellegrini è attualmente il presidente, all’interno della quale si fa anche subacquea ricreativa.

 

Recensione

Il volume prende in esame ogni aspetto delle immersioni in grotta per fornire agli appassionati, esperti o neofiti, le tecniche esplorative, i parametri e i metodi di esplorazione per migliorarsi ed affrontare l’immersione speleo in massima sicurezza.

 

Dice l’autore

Ho scritto questo manuale in base alle esperienze fatte durante le esplorazioni, e per avere una linea guida durante i miei corsi. Il manuale è ricco di foto e disegni per una miglior interpretazione degli esercizi, è di facile lettura sopratutto per chi si avvicina per la prima volta a questa disciplina, bella e affascinante quanto pericolosa se non affrontata con un’alta preparazione.

 Il manuale mette in risalto non solo i problemi tecnici, dovuti all’attrezzatura ma anche i problemi psicologici e le difficoltà ambientali dovuti  in vari casi al freddo e alla scarsa visibilità.

Esplorazione, mistero, posti ancora incontaminati dove l'uomo non ha mai messo piede, l'essere primo a varcare questi ambienti dove a volte anche la migliore delle immaginazioni non riesce a creare immagini di paesaggi d'incredibile bellezza, dove la natura ha scolpito e con arte ha creato veri templi che l'uomo dovrebbe ammirare e difendere. Per creare questi posti ci sono volute migliaia, milioni di anni e diverse ere sono passate. Sono luoghi ancora vivi perché la loro morfologia continuerà a cambiare fino a che il nostro pianeta continuerà ad esistere, e noi esseri piccoli di fronte a tempi così lunghi, siamo solo... un granello di sabbia in un’immensa clessidra.

torna all'indice
 

Titolo: Guida alle immersioni nelle isole italiane

Luoghi, diving, fauna e flora

Autori Martino Motti Leda Monza Frank Schneider

Editore: Nutrimenti, Roma

Collana: Transiti blu

Dimensioni: 13 x 19,5 pagg. 224

Anno: 2011

ISBN: 978-88-95842-99-8

Prezzo € 19,50

 

Gli autori

Martino Motti, giornalista e fotografo nato a Milano da anni è residente a Genova. Il mare e la fotografia sono sempre state le sue passioni fin da quando era bambino e oramai da vent’ anni sono diventate il suo mestiere.
Oltre alla foto subacquea e di reportage oggi si dedico alla nautica, con test di barche e yachts e storie di superyacht d’epoca e moderni.
Collabora stabilmente con le riviste Nautica, Nautica Superyacht, Nautica International, Mondo Sommerso e Tauchen ed esegue su commissione servizi fotografici di yachts e superyachts per i cantieri costruttori, reportage di viaggio e subacquei per riviste o tour operator.

 

Leda Monza giornalista free-lance di Milano, da sempre appassionata sportiva, oltre a praticare l’alpinismo e la speleologia, da molti anni si dedica alle immersioni ed è anche modella subacquea.

E’ coautrice dell’Enciclopedia della subacquea ed è autrice di diversi reportage di viaggio che l’hanno condotta in giro per il mondo e che sono apparsi su riviste italiane, tedesche e svizzere (Sub, Tauchen, Atlantis e Acquanaut).

 

Frank Schneider giornalista e fotografo subacqueo tedesco, ma con un cuore italiano. Dopo il suo primo brevetto subacqueo, nel 1982, inviò una proposta alla rivista Tauchen e gli fu commissionato un reportage di viaggio che venne pubblicato nel 1983 e che fu il primo passo verso la professione di reporter. I suoi reportage di viaggi in varie parti del mondo e le sue immagini sono regolarmente pubblicati su riviste in Italia, Spagna, Inghilterra, Norvegia, Danimarca, Olanda, Austria, Svizzera, Turchia, Russia e Croazia. Ha più volte ottenuto riconoscimenti internazionali in importanti concorsi fotografici. E’ autore già di diverse guide subacquee.

 

Recensione

Le acque che circondano l’Italia nascondono tesori naturalistici tra i più esclusivi di tutto il Mediterraneo. Molti di questi sono concentrati lungo le coste delle isole italiane.

Un viaggio attraverso gli arcipelaghi e le isole che punteggiano il nostro mare alla scoperta di luoghi straordinari alternando mete ben conosciute ad altre meno note. Su tutto domina il mare con i suoi colori, le sue acque cristalline, la flora e la fauna così variegate e ricche da garantire ad ogni immersione esperienze uniche.

Una guida approfondita e aggiornata ai punti di immersione più interessanti delle isole italiane, corredata dalle foto scattate dagli autori, giornalisti e fotografi subacquei

Un manuale ricco di informazioni pratiche per tutti gli appassionati di diving, con l’elenco delle località dove è possibile fare immersioni, l’individuazione dei cosiddetti “top spot”, le profondità, il tipo di fondale, le difficoltà, la fauna e la flora caratteristiche, ma anche la descrizione di ogni isola per una passeggiata prima o dopo le immersioni.

Uno strumento prezioso per i subacquei, sempre alla ricerca di nuovi siti da esplorare.

torna all'indice
 

Titolo: IL SALE E IL SANGUE - Storie di uomini e tonni

Autore: Ninni Ravazza

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Collana: Maree. Storie del mare

Anno: 2007

Formato: 15 x 21 pagg. 233 copertina in brossura con risvolti

ISBN: 8887913943

ISBN-13: 978-88-8791-394-1

Prezzo: 16,00 €

 

Recensione

Un viaggio nella storia delle più famose tonnare italiane attraverso il racconto dei protagonisti. L’autore, che per vent’anni è stato il sommozzatore delle tonnare siciliane, ha dato la parola a rais, capibarca, subacquei, muciaroti, maestri d’ascia, e dalle interviste viene fuori nella sua genuinità il mondo meraviglioso della tonnara, oggi purtroppo quasi scomparso, soppiantato dalle tecniche di ingrasso dei tonni nelle gabbie.

Tutte le fasi della pesca con la tonnara (dalla scelta del posto ove calare le reti al calo, dall’attesa dei tonni alla mattanza, dalle preghiere per ingraziarsi Dio e i Santi ai tradizionali canti: le cialome) vengono descritte con acutezza e saggezza da chi quell’attività ha svolto per decenni; le testimonianze sono riportate così come raccolte in anni e anni di intensa frequentazione di Ninni Ravazza con i pescatori, e questa ricerca “sul campo” rappresenta un irripetibile documento etno antropologico.

Una raccolta di brani in cui gli stessi protagonisti, nel loro dialetto, raccontano tempi e modalità, fasi e luoghi di questa attività perduta. Un unico, indissolubile filo ha legato la vita, le speranze, le paure e i sentimenti di uomini che hanno svolto la stessa attività per più di mille anni, inconsapevoli l’uno dell’altro ma straordinariamente simili nelle emozioni e nelle reazioni, come se nella tonnara il tempo nulla abbia distrutto, ma tutto abbia stratificato.

Il volume è arricchito dall’introduzione di Raimondo Sarà (uno dei maggiori esperti di tonnare del Mediterraneo) e dalla prefazione dell’antropologa Macrina Marilena Maffei; la foto di copertina (unica nel suo genere) è di Sasà Anselmo.

 

 

Commento di Antonino Cusumano

Ninni Ravazza del mare conosce le vie più diverse, i suoi innumerevoli abitanti, i segreti più intimi. Vive più spesso in mezzo alle acque che sulla terraferma, ama il mondo sommerso probabilmente più delle terre emerse, come i pescatori sembra avere lo sguardo perennemente volto verso l’orizzonte, alla scoperta degli anfratti più profondi del mare. Ha scritto di coralli e di pesca, di navigazioni e di imbarcazioni, di fari e di sirene, ma è soprattutto di tonnare e di mattanze che si è occupato con passione e con rigore, con umana e attenta partecipazione.

Dopo il Diario di tonnara, pubblicato nel 2006, che scandaglia in uno studio retrospettivo la storia della tonnara di Bonagia, Il sale e il sangue. Storie di uomini e tonni ripropone più ampiamente quell’universo complesso e stratificato che, prossimo al dissolvimento materiale, rischia perfino di essere cancellato dalla memoria collettiva. Ravazza ne raccoglie le voci, i gesti, le immagini, mettendo insieme le vicende esistenziali di quanti hanno contribuito alla costruzione di questa “città sull’acqua”, di coloro che con ruoli diversi hanno lavorato nelle tonnare, in Sicilia, in Libia e in Sardegna.

 

L’autore

Ninni Ravazza, giornalista, pescatore subacqueo professionista, corallaro e sommozzatore delle più famose tonnare siciliane, ha partecipato a campagne di ricerca archeologica e scattato fotografie pubblicate su riviste di tutto il mondo. Ha collaborato con prestigiosi quotidiani e periodici e ha diretto giornali ed emittenti televisive locali. Studioso della cultura e delle tradizioni locali e dei miti legati al mare, ha pubblicato diversi saggi e libri su questi argomenti.

torna all'indice
 

Titolo: Profondità fatale

Immersioni estreme, il naufragio dell'Andrea Doria e la febbre del reperto

Autore: Joe Haberstroh

Traduzione di Stefano Spila

Editore: Nutrimenti, Roma

Collana: Transiti blu

Anno: 2011

Formato: 15 x 21 Pagine: 246 copertina in brossura con risvolti

ISBN: 8865940034

ISBN-13: 978-88-6594-003-7

Prezzo: 16,00 €

 

L’autore

Joe Haberstroh, giornalista e scrittore americano, scrive per il Newsday, il principale quotidiano del Long Island, per il quale cura la rubrica “On the waters”. Vanta un premio Pulitzer per il reportage sul Boeing della Twa esploso in volo e precipitato nell’Atlantico nel luglio del 1996.

 

Recensione

Il 25 luglio 1956 l’Andrea Doria, orgoglio della marineria italiana, affonda al largo dell’isola di Nantucket, in Massachusetts, speronata nella fitta nebbia notturna dalla nave svedese Stockholm. Dopo ore di agonia, l’imponente scafo s’inabissa andando a posarsi sul fondo dell’oceano. Da quel momento il relitto si trasforma in uno dei luoghi più ambiti dai subacquei, banco di prova per immersioni estreme e luogo di caccia per i collezionisti di cimeli, attratti soprattutto dalle pregevoli porcellane usate a bordo del transatlantico italiano.

Negli anni Novanta le spedizioni all’Andrea Doria diventano un business, e si moltiplicano le barche che offrono ai sub crociere sul luogo del relitto. Tra queste il Seeker, comandato da Dan Crowell, si guadagna la reputazione di migliore barca appoggio, con centinaia di clienti trasportati ogni anno e il record di oggetti riportati in superficie.

Ma alla fine degli anni Novanta il relitto del transatlantico italiano è protagonista di un’inquietante catena di incidenti mortali:cinque subacquei, tutti imbarcati sul Seeker, muoiono nel corso di immersioni all’Andrea Doria. È una tragica casualità? Qualcuno è responsabile? O c’è una maledizione che circonda il relitto? Il racconto di un’oscura vicenda di cronaca si trasforma in un affascinante viaggio nelle profondità degli abissi.

torna all'indice
 

Titolo: Corso di fotografia

Nozioni e tecniche per fotografare dentro e fuori dall’acqua

Autore: Francesco Pacienza

Editore: Ananke, Torino

Collana: Continente blu

Anno: 2011

Formato: 16,5 x 24 pagg.199

ISBN: 8873253997

ISBN-13: 978-88-7325-399-0

Prezzo: 24,50 €

 

L’autore

Francesco Pacienza, nato a Cosenza nel 1963, dopo aver conseguito il diploma in fotografia pubblicitaria e di moda presso l’Istituto Europeo di Design di Roma è stato docente per diversi anni presso lo stesso Istituto e, prima di questo, ha pubblicato un altro paio di manuali di fotografia.

Fotografo pubblicitario e di moda dal 1988, ha lavorato con molte agenzie a livello nazionale. Ha realizzato molti reportage geografici, sociali e naturalistici e ha vinto alcuni importanti concorsi di fotografia subacquea. Collabora con alcune testate nella redazione di articoli sul mare e sulla natura. Appassionato d’immersioni, dal 2009 è istruttore subacqueo e istruttore fotosub della FIAS.

Ho conosciuto Francesco durante una breve crociera all’Argentario nel 2006 e da allora è nata un’amicizia dovuta al profondo amore che entrambi abbiamo per il mare e le creature sommerse. Nonostante il suo ripetuto invito a guardare il meraviglioso mondo sommerso dietro l’obiettivo di una fotocamera, non mi sono ancora cimentato in questa affascinante disciplina e, al momento, mi accontento di ammirare i suoi magnifici scatti fatti in giro per i nostri mari... e sognare.

 

Ricorda, il mare, dalla riva o da una barca, sarà solo un colore da te ammirato, ma se abbassi la testa e scendi sott'acqua, i tuoi occhi vedranno quello che hai sempre sognato.

 

Recensione (di Marcello Polacchini)

Si tratta di un bel manuale, semplice e organico, utile sia a chi vuole iniziare a cimentarsi nella fotografia subacquea (e non solo), sia a chi è già pratico di fotografia.

Nei dodici capitoli del libro l’autore affronta in maniera esauriente i vari aspetti tecnici della fotografia digitale, che in questi ultimi anni ha avuto un’evoluzione enorme e ha permesso a moltissimi “dilettanti” di avvicinarsi all’affascinante mondo della fotografia subacquea.

Il libro è completato da un’interessante appendice dedicata alla biologia marina, con esempi e suggerimenti pratici per fotografare alcune delle specie di pesci, molluschi, sugne ed echinodermi più diffuse nel nostro Mediterraneo.

torna all'indice
 

Titolo: "U-BOOT 455" Il sottomarino della leggenda.

30 immersioni tra i relitti della provincia di Genova.

Autori: Emilio Carta, Lorenzo Del Veneziano

Editore: Azienda Grafica Busco - Rapallo

Anno: 2010

Tipologia: Raccolta storica-fotografica

Dimensioni: 21x29,7 pagg. 160 (copertina plastificata con risvolti)

Carta patinata di pregio con 265 immagini tutte inedite di alta qualità in diversi formati

Prezzo: 25,00 €

 

Recensione (di Marcello Polacchini)

Il volume storico-fotografico “U-BOOT 455, il sottomarino della leggenda: 30 immersioni sui relitti della provincia di Genova”, i cui autori sono il giornalista e scrittore Emilio Carta e il noto subacqueo e fotosub Lorenzo Del Veneziano, è un’opera che non può mancare nella biblioteca degli appassionati di immersioni sui relitti.

Quest’opera è dedicata a un’accurata rivisitazione dei trenta relitti fino ad oggi individuati nelle acque del Mar Ligure in provincia di Genova ed è nata dal desiderio di fissare nella memoria del lettore un passato poco conosciuto ma importante della storia marinara.

Il libro è suddiviso 30 schede, tante quanti sono i relitti individuati e ciascuna di esse contiene una scheda tecnica, la posizione e la foto storica di ogni nave e, oltre alla storia della nave, illustra dettagliatamente l’immersione su ogni relitto.

Il cuore dell’opera è il racconto della scoperta nel 2005 da parte di Lorenzo Del Veneziano del relitto dell’U-Boot 455, racconto che è seguito dalla ricerca storica effettuata dagli autori.

“Oggi, conclusa questa ricerca storico-documentale - commenta Emilio Carta - possiamo dire che del sottomarino tedesco misteriosamente scomparso e dato per disperso il 6 aprile 1944 sappiamo praticamente tutto: dalle missioni effettuate nel Mediterraneo al naviglio affondato fino ai nomi di coloro che si erano avvicendati al suo comando. Il tutto suffragato da immagini storiche, tratte dagli archivi tedeschi, sino a quelle più recenti, affascinanti e splendide, scattate a centoventi metri di profondità. Permane comunque il mistero sui motivi che hanno provocato l’affondamento dell’U 455 e, soprattutto, il perché si trovasse nella zona compresa fra Portofino e Camogli: nel libro abbiamo cercato di dare le risposte.”

Nel libro vengono inoltre illustrati altri 29 relitti individuati ed esplorati lungo il tratto costiero della Liguria che va da Moneglia a Cogoleto. Di ciascun relitto viene descritta la storia e viene raccontata l’esperienza relativa all’immersione. Ovviamente non manca un’accurata descrizione dell’immersione sul relitto della petroliera Haven ad Arenzano.

 

 

torna all'indice

 

Titolo: DECO FOR DIVERS

Una guida per il subacqueo alla teoria e fisiologia della decompressione.

Autore: Mark Powell

Editore: North Eastern C. Divers, Trieste

Traduttori: Mario Arena – Andrea Marassich

Tipologia: Manuale tecnico

Anno: 2011

Dimensioni: 17 x 24 pagg.278 con foto a colori, grafici e tabelle (copertina in brossura)

Prezzo: 30,00€

ISBN978-88-900231-4-9

 

Recensione (di Marcello Polacchini)

Si tratta dell’edizione italiana del famoso libro di Mark Powell pubblicato in Inghilterra nel 2008. "Deco for Divers" offre al lettore una completa panoramica della fisiologia e delle teorie della decompressione, ed è scritto con un linguaggio semplice e comprensibile diretto essenzialmente ai subacquei. Come dice l’autore “It explains decompression in a way that normal divers can understand".
Per la prima volta siamo di fronte a un testo che consente al subacqueo medio di comprendere a pieno i principi su cui si fonda questo aspetto critico dell'immersione subacquea. Dopo una parte storica che illustra le varie teorie decompressive succedutesi a partire dall’Ottocento, il libro illustra i principi fondamentali della decompressione e tratta approfonditamente della MDD. Oltre ad un approfondito esame della decompressione ad aria, il libro affronta la decompressione con nitrox e con altre miscele di gas. Le informazioni contenute nel volume sono le più aggiornate disponibili e includono la teoria delle tappe fonde e i modelli decompressivi avanzati basati sulle bolle, fino gli ultimi sviluppi dei più recenti modelli decompressivi (RNPL, BSAC-88, modello esponenziale lineare US Navy,, modelli probabilistici, DCIEM e ratio deco).

Il libro in edizione italiana ha 278 pagine ed è stampato a colori, arricchito da numerose fotografie e grafici, tra cui 12 fotografie a pagina intera scelte tra le più belle di fotografi subacquei italiani e stranieri.

 

Winner Eurotek 2010 - Publication of Significance Award

This is a brand new technical guide which provides a comprehensive overview of the principles underlying decompression theory. Mark Powell has written a book that for the first time allows the average diver to fully understand the principles behind this fascinating aspect of diving. This book bridges the gap between introductory books and source scientific information.

Mark Powell says:“What I wanted was an intermediate overview that went into more detail but wasn't written for academics or researchers. When I became a technical diving instructor I started teaching other people about decompression theory. I tried to give an overview of decompression theory at this intermediate level to give my students a better understanding of what was happening during decompression dives. This was always very popular amongst divers who, like me, had always wanted to understand more about the concepts and models underlying decompression theory. I was always being asked if I could recommend a good book which covered this area but as before, there was no such text available. Over time I started giving out notes for the decompression theory portion of my courses and these notes started building. Initially they were just a few pages but the notes became more and more comprehensive and started to cover more and more areas. Eventually they grew into this book.”

 

Che cosa dicono gli esperti:

“This is a truly remarkable book which covers all the various theories of decompression and ascents for divers in a most readable and understanding manner. There is no other comprehensive book on decompression to my knowledge which is so easy to read and understand by the average recreational or technical diver.” Peter B. Bennett, Ph.D., D.Sc. Executive Director, UHMS. Emeritus Professor of Anesthesiology, Duke University Medical Center. Founder & 1st President, DAN

 

“This is the most comprehensive and well-written text I've seen that attempts to explain decompression theory to divers.” Dr Richard Vann Assistant Research Professor in Anesthesiology, Safety Officer and Director of Applied Research at the Duke Hyperbaric Center, and Vice President for Research at DAN.

 

“This book is a "must read" for those who have ever wondered about decompression tables and how they are created. It is a straight forward book and devoid of technical jargon. It starts with the scientific giants who developed the physics of the gas laws and the physiology of diving and ends with M-values and tissue bubbles. For the curious diver – and all divers should be – it will be money well spent!” Michael R. Powell, MS, PhD. NASA (retired), Medical Sciences Division, Johnson Space Center, Texas

torna all'indice

 

 

Titolo: ANDREA DORIA - Un naufragio pieno di misteri

Autore: Alvin Moscow

Titolo originale: Collision Course

Traduttore: Maurizio Riccucci

Editore: Mondadori - Milano

Collana: Oscar Storia n. 421

Anno: 2006          

Dimensioni: 13 x 20 pagg. 282 con foto b/n fuori testo (copertina in brossura)

ISBN: 88-04-55577-7 

ISBN: 9788804555773

Prezzo: 10,40 €

 

Recensione

Nel 1956 due lussuose navi passeggeri, la svedese Stockholm e l'Andrea Doria, orgoglio della flotta italiana, si scontrarono incomprensibilmente sul mare calmo al largo di Long Island, sulla costa orientale degli Stati Uniti. La Stockholm si salvò e riuscì a fare ritorno a New York, mentre l'Andrea Doria colò a picco in breve tempo nelle gelide acque dell'Atlantico settentrionale. Da allora quel fatto non ha cessato di incuriosire e interessare, anche per le dicerie di favolosi tesori chiusi nella cassaforte dell'Andrea Doria e inghiottiti dai flutti. Ma come andarono veramente le cose? Mezzo secolo dopo il mistero di quella collisione continua ad affascinare i lettori e gli esperti marittimi, che ancora non riescono a capacitarsi di come due grandi navi che procedevano in direzione opposta con il mare calmo abbiano virato nello stesso momento l’una verso l’altra sino a scontrarsi.

Alvin Moscow, dopo aver esaminato gli atti del processo che cercò di ricostruire le cause dell’incidente (processo che durò quattro mesi e, ritenendo la nebbia l’unico responsabile del disastro, si concluse con una conciliazione extragiudiziale) e dopo aver letto le seimila pagine contenenti prove e testimonianze dirette, ricostruisce con precisione la vita a bordo delle due navi prima della collisione, e racconta il terrore, la confusione, il dolore dei passeggeri e dell'equipaggio di entrambe le navi, con un tale realismo che al lettore sembra di vivere quella tragedia. Un lavoro ben fatto di un bravo reporter, e si vede!

Gli ultimi due capitoli del libro sono dedicati al ritorno sull’Andrea Doria e alle immersioni che a partire dal 1956 Peter Gimbel e moltissimi altri subacquei fecero sul relitto, dapprima alla ricerca dei favolosi tesori che avrebbero dovuto essere custoditi nella sua cassaforte (che invece conteneva solo alcuni certificati d'argento americani e banconote italiane dell'epoca) e, in seguito, a caccia di souvenir (piatti, vassoi e argenteria) da poter esibire come testimonianza di aver compiuto una delle immersioni più difficili in assoluto, famosa anche per il numero di vittime che ha provocato.

Il libro, nonostante il grande successo, appare sbilanciato a favore della versione svedese dell'incidente e superato sia da nuove pubblicazioni che dai risultati degli studi tecnici sulle responsabilità della collisione, in special modo da quelli di John C. Carrothers e del capitano Robert J. Meurn della Accademia della Marina Mercantile degli Stati Uniti. Studi recenti e simulazioni computerizzate hanno infatti riabilitato la figura del comandante dell’Andrea Doria Piero Calamai, giungendo alla conclusione che fu Johan-Ernst Carstens-Johannsen , inesperto terzo ufficiale della Stockholm  e unico ufficiale sul ponte di comando al momento della collisione, a mal interpretare i tracciati radar e a sottostimare la distanza tra le due navi a causa di un'errata regolazione del radar.

 

L’autore

Alvin Moscow, nato a New York City, è autore di libri, ghostwriter (professionista, pagato per scrivere libri, articoli, storie, che sono ufficialmente attribuiti ad un'altra persona) e giornalista. Ha lavorato come reporter per il New York Times, l’Associated Press e numerosi periodici. E’ stato consulente del presidente Nixon, ha scritto molti saggi dedicati a importanti fatti di cronaca e biografie di importanti personaggi. Collision Course: The Story of the Collision Between the Andrea Doria and the Stockholm, pubblicato nel 1959 e successivamente aggiornato nel 1951 e 2004, è il suo più grande successo.

 

Review

"Alvin Moscow's splendid book tells the full story . . . skillfully marshalling his facts, the author shifts back and forth between the two liners during those last eventful minutes before the collision."--The New York Times Book Review

"This brilliantly exciting narrative will go down as one of the great sagas of the sea."--Harper's

"An electrifying book."--Newsweek

"A highly perceptive, immensely readable account of the collision-one which will practically compel a reader to reach a decision such as the court might have made."--Chicago Tribune

 

torna all'indice

 

 

Titolo: LA LAGUNA DI TRUK

Autore: Enrico Cappelletti

Editore: Longanesi- Milano

Collana: I libri del mare n. 6

Anno: 2007     

Dimensioni: 14 x 21 pagg. 270 con foto b/n fuori testo e disegni (copertina rigida con sovracoperta a colori)

ISBN: 978-88-304-2327-5

Prezzo: 16,60 €

 

Recensione

Un atollo segreto, una flotta giapponese sommersa: i misteri della "Gibilterra del Pacifico" raccontati da un cacciatore di relitti.

La laguna di Truk, oggi parte della Federazione della Micronesia, è un fazzoletto di isole e atolli nel dedalo di arcipelaghi che punteggiano la zona occidentale dell’Oceano Pacifico. Fu in passato dominio spagnolo e poi tedesco fino alla fine della Prima Guerra Mondiale, e nel 1922 fu annessa al Giappone assieme a tutte le ex colonie tedesche. Base della Marina Imperiale giapponese, non solo fu teatro di una battaglia nelle ultime fasi della Seconda Guerra Mondiale, ma fu al centro di oscuri intrighi e, soprattutto, fino agli anni '70 custodì nei suoi fondali il segreto di una piccola flotta nipponica quasi in perfetto stato, affondata nella notte tra il 17 e il 18 febbraio 1944. L'autore ne ha ricercato l'origine e ha dato il via dal 1972 a una paziente esplorazione del sito, durata anni e documentata passo per passo con le immagini che illustrano il volume, in un appassionante racconto nel quale si avvicendano momenti di ricostruzione storica degli eventi bellici, episodi di spionaggio e misteriose sparizioni di navi e aerei, e racconti delle immersioni in quello che è giustamente considerato dagli appassionati di tutto il mondo un vero e proprio paradiso sottomarino.

 

L’autore

Enrico Cappelletti, nato a Sanremo nel 1941 ha svolto per trent’anni l’attività di cronista del mare con penna e macchina fotografica per le più note riviste. Fondatore dei periodici Controcorrente e Sesto Continente, ha pubblicato Fotosub. Teoria e pratica della fotografia subacquea (Zanichelli) e vari libri sui tesori sottomarini, tra cui L’Oro dell’Elba. Operazione Pollluce (Magenes).

torna all'indice
 

Titolo: INTRODUZIONE ALLA RATIO DECO.
Analisi di un sistema non convenzionale per la gestione della decompressione nelle immersioni in miscela.

Autori: Massimo Ceccarini e Andrea Verucchi

Editore: La Mandragora Editrice - Imola

Anno: 2011
Dimensioni: 17 x 24 pagg. 104 con illustrazioni a colori (copertina in brossura)
ISBN: 978-88-7586-316-6

Prezzo: € 18,00

 

Recensione (di Marcello Polacchini)

Questo libro scritto da Massimo Ceccarini e Andrea Verucchi analizza un sistema non convenzionale per la gestione della decompressione nelle immersioni in miscela: la "ratio deco". Questo metodo, sviluppato originariamente all’interno di famose organizzazioni subacquee americane, in seguito è stato adottato con alcune varianti anche in ambiti diversi.

Collegato a concetti di conduzione dell’immersione derivati da esperienze fatte sul campo, la caratteristica peculiare della ratio deco è l’adozione di particolari procedure per pianificare e adattare "a mente" le varie fasi di decompressione, senza necessità di ricorrere a computer o tabelle.

Il testo (che non va in ogni caso inteso come sostituto di corsi specifici) si propone di presentare un’analisi razionale ed obiettiva di questo particolare metodo decompressivo, discutendone la struttura logica, le approssimazioni, i limiti, così come le principali varianti. Con tale approccio vengono affrontati argomenti come le ipotesi di base del sistema e il loro grado di corrispondenza con moderni modelli teorici, la scelta delle miscele di fondo e di quelle decompressive, gli schemi per la determinazione del tempo di decompressione e della sua ripartizione, le opzioni per diversi tipi di “profilo”, la profondità media e le cautele nel suo utilizzo, la definizione dei deep stop, la problematica della tossicità dell’ossigeno, i gas break e la loro efficacia. Un testo a mio avviso semplice da comprendere ed efficace.

torna all'indice
 

 

Titolo: BLU ESTREMO. Oltre l'immersione profonda

Autori: Francesco S. D'Aquino, Luca Lucarini, Fabio Perozzi

Editore: Magenes Editoriale - Milano

Anno: 2012

Dimensioni: 17 x 23 pagg. 288 con illustrazioni a colori, copertina in brossura

ISBN: 8866490105

ISBN-13: 9788866490104

Prezzo: € 29,50

 

Recensione

Il libro contiene un’avvincente cronistoria dell’immersione estrema, uno spaccato della subacquea moderna fatto attraverso una selezione di aneddoti e storie di immersioni profonde, interviste e testimonianze sul filo del non ritorno. Un completo resoconto sulla subacquea estrema, le diverse didattiche tecniche e le varie configurazioni, dal circuito aperto ai rebreather, e poi il racconto dei record e delle sconfitte della subacquea tecnica degli ultimi anni e la storia dei suoi controversi personaggi, con i consigli di chi è sceso sotto la batimetrica dei 200 metri, nella costante ricerca della configurazione perfetta. E ancora, uno scorcio sul dopo Bowden-Exley, con un’analisi di questo affascinante mondo e delle sue mille contraddizioni, nonché una selezione completa delle peggiori abitudini della subacquea estrema con una serie di aneddoti di ordinaria follia.

Questo libro contiene anche una testimonianza fotografica delle immersioni estreme dei divers che hanno dettato le linee guida della subacquea. Una serie di affascinanti pagine illustrate che raccolgono il frutto di anni di esperienza dei massimi esponenti della subacquea tecnica italiana: Gigi Casati, Lorenzo Del Veneziano, Roberto Rinaldi, Alessandro Scuotto, Andrea Cortesi, Claudia Serpieri, Edoardo Pavia Fabio Pajoncini Ottaviani, Mario Marconi, Gabriele Paparo, Aldo Ferrucci, Matteo Diana, Maria Pia Pezzali, Roberto Pachi, Elena Romano, Massimo Barnini. Ma nel libro si parla anche di altri mostri sacri delle immersioni estreme, come lo svizzero Olivier Isler e gli inglesi Mark Elyatt e Rick Stanton.

torna all'indice
 

Titolo: SINAI DIVING GUIDE

Autore: Alberto Siliotti

Anno: 2005

Editore: Geodia Edizioni Internazionali, Verona

Tipologia: Guida di viaggio

Dimensioni: 17 x 24 pagg. 352 a colori con 550 fotografie e oltre 100 disegni, copertina rigida con alette, rilegatura spiralata metallica

ISBN: 8887177643

ISBN 13: 978888717764-X

Prezzo: € 35,00

 

Recensione

Il Sinai è diventato in pochi anni una delle mete preferite dei subacquei di tutto il mondo e probabilmente è anche la più frequentata: in media, infatti, ogni giorno vengono effettuate nella sola Sharm el-Sheikh, capitale turistica della regione, oltre mille immersioni purtroppo concentrate su una decina di siti.

L’incremento dei subacquei risulta però inversamente proporzionale al grado di conoscenza di coloro che devono guidare e illustrare le immersioni e che non hanno più il tempo e la possibilità di approfondimento. In un’epoca in cui il subacqueo deve trasformarsi da semplice “turista” a esploratore del mondo che lo circonda per conoscerlo, capirlo, e al tempo stesso rispettarlo e proteggerlo, questo libro, vero e proprio atlante subacqueo elaborato in oltre dieci anni di immersioni, presenta con chiarezza e semplicità la topografia e i “segreti” di tutti i siti subacquei più importanti del Sinai meridionale.

Il libro contiene la descrizione di 52 siti d’immersione, con le loro mappe in 3D nel formato 33 x 24 cm. Una guida completa e dettagliata alle immersioni di Sharm el-Sheikh, del Parco Marino di Ras Mohammed, dello Stretto di Tiran, dello Stretto di Gubal (con i suoi relitti dal Thistlegorm fino ad Abu Nuhas), dell’Area Protetta di Nabq e della costa di Dahab.

 

The Sinai has become in only a few years one of the most popular destinations, and probably the most frequented, for scuba divers from all over the world. In fact, in Sharm el-Sheikh alone, the tourist capital of the region, an average of more than one thousand dives are done every day that are unfortunately concentrated on only a tenth dive sites.

The increase in scuba divers, however, is inversely proportional to the knowledge of those who guide and present the sites and who no longer have the time and possibility to increase their knowledge.

In times when the scuba diver has to transform himself from a simple 'tourist' to an explorer of the undersea world in order to not only understand it but to respect and protect it, this book, a real diving atlas which has been elaborated over more than ten years of diving experience, illustrates clearly and easily the topography as well as the 'secrets' of all major dive sites of the South Sinai.

 

L’autore

Alberto Siliotti, giornalista scientifico e istruttore subacqueo, è uno dei principali esperti del Mar Rosso a cui ha dedicato numerosi articoli, documentari e libri. Ha scritto tra l’altro Sharm el-Sheikh Diving Guide (1999), I Pesci del Mar Rosso (2001), Thistlegorm & Rosalie Moller- I grandi relitti del Mar Rosso (2003), Mar Rosso – Giardino di corallo (2004), I grandi relitti del Mar Rosso (2006).

torna all'indice
 

Titolo: Isola d'Elba. Guida subacquea illustrata

Autori: Adriano Penco e Fabio Agostinelli

Editore: Magenes Editoriale - Milano

Tipologia: Guida subacquea

Anno: 2012

Dimensioni: 17 x 23 pagg. 240 con illustrazioni a colori, copertina in brossura

ISBN-10: 886649013X

ISBN-13: 9788866490135

Prezzo: € 19.90

 

Recensione

Oltre quaranta itinerari selezionati tra i migliori che l'Isola d'Elba e l'Arcipelago Toscano offrono agli appassionati di immersioni.

Secche, pareti e relitti vengono presentati in schede approfondite e facilmente consultabili che forniscono informazioni su località, profondità minima e massima, certificazione necessaria per affrontare le immersioni, nonché preziose indicazioni sui punti d'interesse per fotografi e naturalisti. Questa guida si propone quindi come un ideale e discreto compagno di viaggio che, attraverso una ricerca tesa a ripercorrere l'origine e la cultura dell'arcipelago, accompagna il lettore nell'esplorazione di tutto quanto sta sopra e sotto la superficie del mare.

Non solo vengono illustrati i fondali elbani, ma anche affascinanti luoghi che hanno ispirato scrittori e poeti, come lo Scoglio d'Africa, e relitti leggendari, come quello dei dolia di Punta del Nasuto, che custodisce ancora molti segreti nella sua stiva.

Questa guida non si rivolge solo a subacquei neofiti ed esperti, ma anche a chi vuole godersi le meraviglie del mare facendo snorkeling o semplicemente una nuotata a largo delle spiagge tra le più suggestive del mondo.

torna all'indice
 

Titolo: Immersioni. Luoghi insoliti e tecniche

Autori: Pierpaolo Montali e Mario Spagnoletti

Editore: Magenes Editoriale - Milano

Anno: 2013

Dimensioni: 17 x 23 pagg. 208 con illustrazioni a colori, copertina in brossura

ISBN - 10: 8866490326

ISBN-13: 9788866490326

Prezzo: € 19.50

 

Recensione

Questo libro, impreziosito da suggestive fotografie, accompagna i lettori in quattordici emozionanti immersioni, che descrivono luoghi anche particolari e inconsueti che si possono esplorare sott’acqua.

Da grotte a fiumi sommersi, da relitti d’epoca e aerei inabissati a luoghi insoliti come la diga e il monastero del lago di Vouglans, dalle acque calde del Mediterraneo a quelle buie dei laghi, gli autori ci accompagnano in un viaggio entusiasmante che chiunque sia affascinato dagli abissi vorrebbe intraprendere.

 Il libro è corredato da una sezione che illustra le tecniche di immersione a cura di Gabriele Paparo.

torna all'indice
 

 

 

Titolo: Subacqueologia. Guida all’identificazione dei subacquei

Autore: Claudio Di Manao

Tipologia: Manuale portatile per organismi acquatici

Anno: 2014

Dimensioni: 15 x 21 pagg.116 con disegni in bianco e nero (copertina in brossura)

Prezzo: € 20,00

Prima stampa, disponibile in sole 100 copie che sono state vendute all'Eudi Show 2014 di Bologna.

Un libro da collezione disponibile che si aggiunge alla serie vincente firmata Claudio Di Manao della generazione “Shamandura”.

 

Recensione (di Massimo Boyer)

Subacqueologia è un manuale concepito per aiutare subacquei e divemaster, ma anche pesci e coralli, a identificare quegli strani individui che si aggirano in barca, al diving e sotto la superficie. Impariamo quindi a riconoscerli da usi e costumi strampalati, attrezzature improbabili, da malfunzionamenti tipici ed annotiamoci bene le eventuali controindicazioni.
A ognuno il suo, direbbe Marco Daturi di Scubaportal.it, che ha pazientemente recuperato gran parte degli scritti ora parte di quest’opera, frutto di faticosissimi studi condotti tra barche, coralli e bar di mezzo mondo.
Una breve storia di questa nuovissima avventura della scienza, che ruba a Darwin quanto ad “Asterix”, ci introdurrà subito nel mondo preferito, quello subacqueo, offrendoci il privilegiato punto di vista dei “Figli di una Shamandura”.
Numerose perfide illustrazioni enfatizzano tutti i difetti peculiari delle varie specie.
Con questo manuale Claudio Di Manao si conferma non già scrittore di nicchia, ma di sub-nicchia. Di nuovo, saranno proprio i subacquei professionali erranti ad apprezzare di più questa nuova fatica, ancora più settoriale che mai.

torna all'indice

 

Titolo: Cavità sommerse - L’immersione in caverne e grotte marine

Autore: Fabio Barbieri

Con contributi di Massimo Alvisi, Carlo Nike Bianchi, Paolo Colantuoni, Carla Morri

Editore: La Mandragora Editrice – Imola

Tipologia: Manuale teorico pratico

Collana: Subacquea

Anno: 2014

Dimensioni: 15 x 21 pagg.208 (copertina in brossura cucita con bandelle)

Prezzo € 26,00

ISBN 978-88-7586-432-3

 

Recensione

Geologia, tecnica speleosubacquea, biologia ed ecologia, rilevamento subacqueo.

Che differenza c'è tra caverna e grotta; come si forma una cavità sommersa; quali accortezze adottare per una visita consapevole; quali attrezzature sono necessarie; quali sono i problemi da tener presente; cosa vedere in questi ambienti; come effettuare un rilievo. Troverete una risposta chiara ed esaustiva a queste domande e a molte altre in questo volume che, oltre ad essere a tutti gli effetti un manuale di supporto ai corsi Caverna e Grotta, si rivolge al subacqueo desideroso di aumentare la conoscenza di ciò che offrono i nostri fondali. Interessarsi ad una cavità non significa soltanto munirsi di equipaggiamento idoneo, ma anzitutto di competenza nel saper leggere, interpretare e magari apprezzare le caratteristiche delle complesse evoluzioni geomorfologiche che l'hanno generata nonché i nomi e la capacità di adattamento dei numerosi organismi che popolano le cavità marine. La lunga e reale esperienza dell'autore, la dettagliata documentazione fotografica sui singoli argomenti, la sperimentata trattazione svolta in un linguaggio rigoroso e indirizzata a neofiti ed esperti che non si accontentano di "bagnare l'attrezzatura", ne fanno un'opera importante e singolare.

 

L’autore

Fabio Barbieri nasce a Genova nel 1955 e frequenta il primo corso sommozzatori nel 1074. Istruttore di immersione di 3° FIPSAS, 3 stelle CMAS,FIAS, nei primi anni ottanta trasforma la passione in professione dividendosi tra le isole Maldive, il promontorio di Portofino e palinuro dove continua ad operare a tempo pieno come titolare del “Palinuro Sub Diving Center”, centro specializzato in Speleologia Subacquea e Biologia Marina. Istruttore e Commissario di entrambe le specialità, acquisisce sul campo una non comune esperienza., frutto delle migliaia di ore passate in immersione  a insegnare, accompagnare, esplorare. Periodicamente è stato incaricato dalle Autorità a compiere operazioni di soccorso in grotta. E’ autore dei libri “Speleologia marina” e “Palinuro Sub – Guida alle immersioni” e coautore di “Meraviglie del Mediterraneo” ed ha collaborato per oltre un decennio con la rivista “DEEP”.

Vari aspetti di un’attività subacquea vissuta in prima linea sono il competente filo conduttore di convegni, serate a tema e corsi istruttori a cui viene invitato come relatore e docente.

 

torna all'indice
 

 

Titolo: OLTRE IL RELITTO

Autore: D'Aquino Francesco Saverio, Lucarini Luca, Perozzi Fabio

Editore: Magenes Editoriale, Milano

Tipologia:  Esplorazione subacquea

Anno: 2014

Dimensioni: 17 x 23 pagg. 248 con foto a colori e in bianco e nero, con DVD allegato (copertina in brossura con bandelle)

Prezzo: 23,00€

ISBN: 978-88-6649-065-4

 

Recensione
Un viaggio attraverso le immagini, i racconti e le esperienze di alcuni dei più celebri esploratori al mondo: dalla motonave Viminale, il Titanic italiano, all’affascinante Britannic. E ancora il transatlantico del Führer, vittima della più grande tragedia navale di tutti i tempi, il sommergibile Scirè della X MAS, che con le sue azioni fece tremare il Mediterraneo a vantaggio dell’Asse. Una rassegna fotografica attraverso gli scatti di ieri e di oggi conduce il lettore in profondità nelle stive di altri tempi, come quella del Mars, la nave ammiraglia della flotta svedese affondata nel 1564. Un intenso viaggio che porta fino alla scoperta di una nave risalente al 242 a.C., forse del padre di Annibale. Si passa poi alle spedizioni a Truk Lagoon e Scapa Flow, veri santuari sommersi, e alla sorprendente corazzata Victoria, il grattacielo dei subacquei conficcato come una freccia a 150 metri di profondità. Per finire con le dritte per la ricerca economica delle imbarcazioni affondate e un piccolo prontuario “up to date” sui diritti, i doveri e la biologia del relitto. Il quadro si completa con un DVD sulle regole del “ferro”, dove esperti subacquei entrano e, soprattutto, escono dal ventre di questi mostri sommersi.

 

Il mare, non smetteremo mai di dirlo, ha saputo celare avvincerti storie di naufragi e di battaglie e i relitti sommersi ne sono la testimonianza più intima, svelata per alcuni, tutta da scoprire per altri.

Francesco Saverio D’Aquino, Luca Lucarini e Fabio Perozzi ce ne offrono una ricca raccolta, in un’opera direi essenziale per gli appassionati dell’esplorazione di relitti.

(Pippo Cappellano)

torna all'indice
 

 

Titolo: Immersione: nell'ombra delle emozioni

Autore: Cristina Freghieri

Editore: La mandragora Editrice, Imola

Collana: Subacquea

Anno: 2014

Dimensioni: 15 x 21 pagg. 117 (copertina in brossura)

Prezzo: 16,00€

ISBN: 978-88-7586-429-3

Recensione

L'autrice ama il mare e ciò che vive sotto la superficie liquida perché la emoziona, ma cosa ne pensa il mondo subacqueo? Per scoprirlo ha avuto un'idea: sul suo sito subacqueo www.cristinafreghieri.it ha posto poche e semplici domande. Le risposte, nei quattro anni in cui è rimasta aperta la raccolta, sono state tante e la maggior parte dei subacquei parlava di emozioni: i sentimenti guidano sempre le grandi passioni. Quella del sommerso significa amare per tutti i subacquei indipendentemente dalla tipologia di immersioni che svolgono. L'elaborazione delle risposte che hanno al centro il valore di allenare il corpo e la mente per assorbire la giostra delle sensazioni ha permesso di scrivere questo testo, in cui possiamo riconoscerci e confrontarci, aprendo nuovi dialoghi. Emozione, e ancora emozione, elemento fondamentale per vivere, ma anche pericoloso se non equilibrato. Il mare, l'acqua riconosce l'anima e noi abbiamo il dovere di accettare il potere del mare e del liquido. La nostra anima senza l'acqua morirebbe disidratata.

 

L’autore

Cristina Freghieri, amante della natura e degli animali, vive a Milano dove svolge il lavoro di consulente di immagine. Ama alo sport a contatto con la natura, ma anche la musica, giocare, ballare, e ridere con la vita anche se difficile. Riempie di fiori la sua piccola casa che divide con Ufo, il suo gatto, che spesso l’accompagna nei viaggi d’avventura verso i mari. Ha vent’anni di immersioni e di amore per le emozioni forti in luoghi lontani dalla superficie come i relitti e le grotte. Ha pubblicato sei libri dedicati al mare e centinaia di articoli su testate italiane ed estere.

torna all'indice
 

 

Titolo: PALOMBiRO Pagine dal fondo

Autore: Leonardo D’Imporzano
Editore: Magenes Editoriale, Milano
Anno: 2014
Dimensioni: 17 x 23 pagg. 154 con illustrazioni a colori (copertina in brossura)
Prezzo: 18,00 €.
ISBN: 978-88-6649-078-4

 

Recensione

Un libro che descrive le 44 settimane del Corso Ordinario Palombari della Marina, con sveglia prima dell’alba, un’ora e mezza di ginnastica mattutina, immersioni impegnative di giorno e di notte dal lunedì al venerdì, ore di studio intenso e tanta fatica e costanza. Tutto questo per "cercare" di diventare un palombaro della Marina Militare. Attraverso le pagine di “PALOMBiRO. Pagine dal fondo” l'autore cerca di spiegare ai lettori le motivazioni per cui uno vuole fare il palombaro, motivazioni che vanno sicuramente al di là della passione per la subacquea.

L’autore ha avuto l’opportunità di essere un osservatore privilegiato della Scuola Subacquei del Com.Sub.In. entrando in un luogo difficilmente accessibile ai "civili" quale il Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare, e attraverso le pagine di questolibro ha cercato di descrivere le motivazioni che spingono ufficiali, sottufficiali e graduati a frequentare il durissimo corso per diventare palombari della Marina Militare.

Un libro che entra nel vivo del lato umano, esplorandone i risvolti, in un contesto e in situazioni di straordinaria difficoltà, tra speranze, illusioni, delusioni e desideri degli allievi, e ricordi, aneddoti e aspettative degli istruttori e dei palombari in servizio.

Quasi 160 pagine da leggere tutte d’un fiato, con le prefazioni del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Amm. Sq. Giuseppe De Giorgi e del Comandante del Com.Sub.In. Contramm. Francesco Chionna.

 

L’autore

Leonardo D’Imporzano (La Spezia, 19 marzo 1982) è un giornalista free-lance, tecnico iperbarico per diletto e subacqueo e apneista per passione.

E’ presidente dell’associazione ambientalista “5 Terre Academy”, che si occupa di ricerche medico-scientifiche in ambito iperbarico e subacqueo, con la collaborazione di alcuni Centri Iperbarici ed Università italiane.

Nel 2008 ha realizzato la miglior prestazione mondiale nell’apnea estrema “under ice”, percorrendo 43 metri in apnea lineare senza pinne.

Collabora con alcune riviste italiane ed estere del settore subacqueo realizzando interviste, reportage e inchieste, dedicandosi in particolar modo ai temi della sicurezza e della prevenzione degli incidenti da elica.

Ha pubblicato “L’orecchio del subacqueo” (IRECO, 2010), “Le Cinque Terre con le pinne” (Magenes, 2012) e l’ebook “SubPuntoCom“ (2013).
Gestisce il blog “Senza Respiro” per la Gazzetta dello Sport e collabora con “RTL 102,5 – Guardia Costiera” come speaker per la rubrica radiofonica “Sott’Acqua-Speciale attrezzature” e per la rubrica “Atleti in acqua”.

Nel 2013 ha ottenuto dallo Stato Maggiore della Marina Militare Italiana l’opportunità di poter seguire da giornalista “incorporato” tutto il Corso Ordinario Palombari della Marina presso il Com.Sub.In. di Le Grazie (La Spezia), diventando il primo “civile” e giornalista in 165 anni di storia della categoria ad essere ammesso. E nel 2014, ha pubblicato il libro sull’avventura vissuta in prima persona al Com.Sub.In. intitolato “PALOMBiRO. Pagine dal fondo”, edito da Magenes Editoriale.

torna all'indice
 

 

Titolo: I PERCORSI DELLO STRETTO - Storie e immagini di navi sommerse nello Stretto di Messina

 

Autori: Domenico Majolino, Marco Giuliano

Editore: Grafo Editor Srl, Messina

Anno: 2015

Tipologia: Guida subacquea

Formato. 30,5x21,5 pagg. 192 con illustrazioni a colori (copertina morbida)

Prezzo: 36,00 €

ISBN: 978-88-87763-20-1

 

Recensione di Marcello Polacchini
“I Percorsi dello Stretto” è il racconto di una specie di itinerario tra i relitti che circondano Messina, fatto di pezzi di storia, di racconti, di testimonianze, di disegni e di fantastiche fotografie.
Un libro che, attraverso le immagini frutto di anni di immersioni sui relitti che circondano lo Stretto di Messina, fa rivivere frammenti di storia riguardanti ben 17 navi affondate in quelle acque
Molto accurata e interessante la ricerca storica fatta dagli autori su ciascuna nave e la ricostruzione del loro affondamento. Breve ma incisiva la descrizione delle immersioni su ogni relitto. Splendide le fotografie capaci di suscitare negli appassionati di relitti come me, ma non solo, vere ed intense emozioni.
 

Commento di Marco Giuliano, uno degli autori.

Credo che per un fotografo appassionato ed amante del mare, riuscire a mostrare la propria opera sia una gioia indescrivibile ed allora ecco che finalmente è uscito il libro sul quale da oramai qualche anno abbiamo lavorato.
Questa opera nasce quasi per caso, ho conosciuto parecchi anni fa durante un viaggio tropicale Domenico Majolino proprietario e condottiero dell’ECOSFERA DIVING CENTER, un diving eccezionale nell’assolata terra di Sicilia in quel di Torre Vado (Messina) ed è nata subito un amicizia il cui comune denominatore è stato ed è la passione per il mare in tutte le sue sfaccettature, per me più rivolta alla biologia e per lui rivolta alla scoperta e alla storia dei tantissimi relitti dello stretto di Messina.
In questi anni sono stato più volte nella splendida Sicilia macinando migliaia di chilometri per esser sempre presente ogni qual volta c’era una nuova scoperta e dovevamo documentarla, accolto fraternamente da persone veramente meravigliose.
Attraverso e assieme ad un nostro comune amico, persona e subacqueo che stimo in modo assoluto, Stefano Ruia, abbiamo cominciato questa avventura esplorando di volta in volta uno per uno i relitti di quel mare ed ho riportato a casa le foto che ora sono racchiuse ne “I PERCORSI DELLO STRETTO”.
Nel frattempo Mimmo ed il suo meraviglioso staff raccoglievano tutte le informazioni, i disegni , le testimonianze, gli articoli di giornali e tutto ciò che potesse raccontare la storia di quelle navi, dalla loro nascita fino alla fine negli abissi.
Questa parte è molto complicata e difficile da eseguire: ci vogliono persone motivate e che sanno dove cercare e loro sono veramente unici in questo campo.
Per tutti coloro che amano ”il ferro” dei relitti questo è un libro UNICO e da LEGGERE vi entusiasmerà come ha entusiasmato coloro i quali ci hanno lavorato e se poi vorrete provare le nostre stesse emozioni i ragazzi di Ecosfera esaudiranno la vostra curiosità.

torna all'indice
 

 

Titolo: OCEAN LIFE a journey beneath the sea
Edizione multilingue

Autori: Sergio Riccardo e  Francesca Romana Reinero

Editore: Area Blu Edizioni – Cava de’ Tirreni (SA)

Anno: 2016     

Dimensioni: 29 x 29 pagg. 240 con 220 foto a colori (rilegato)

ISBN: 978-88-98660-52-0

Prezzo: 50,00 €

 

Recensione di Marcello Polacchini

Conosco Sergio Riccardo da circa vent’anni, e in tutto questo tempo l’ho seguito nei suoi fantastici viaggi in giro per il mondo attraverso le foto subacquee che ha pubblicato.
Conosco bene la sua bravura, la sua semplicità, la passione e il sincero amore e rispetto per il mare e l’ho sempre ammirato per la sua capacità di trasmettere emozioni con i suoi incredibili scatti.
Oggi i suoi migliori scatti, raccolti in oltre trent’anni di immersioni, sono pubblicati in un libro fotografico che ogni amante del mare deve assolutamente avere nella sua libreria.
In "Ocean Life: a journey beneath the sea" Sergio ha raccolto oltre 200 meravigliose fotografie, subacquee, commentate e arricchite dai testi scientifici della biologa Francesca Romana Reinero.
Un’opera monumentale, 240 pagine a colori di grande formato, con immagini spettacolari raccolte da chi ha il mare nelle vene e lo sa ancora osservare con lo stupore e l’entusiasmo di un bambino.
Queste fotografie parlano… raccontano storie… e, soprattutto, trasmettono vere emozioni.
Sergio Riccardo mi ha consegnato una copia del suo libro con una dedica speciale. Adesso tengo questo libro accanto alla mia scrivania, e non nella libreria dove ho circa una sessantina di libri di mare, così ogni tanto lo sfoglio e attraverso le sue immagini mi perdo nel lungo viaggio di Sergio nei più bei mari del mondo.
Anch’io sono stregato dal mare e, anche se non faccio fotografie, mi piace raccontarlo nei miei libri e nelle mie storie di mare, ma l’opera di Sergio è veramente qualcosa di grande e di  emozionante… un magnifico regalo fatto a tutti gli innamorati del mondo sottomarino.

Grazie Sergio!

torna all'indice
 

Titolo: RELITTI DI SICILIA. Archivi della Memoria
Autori: Santo Tirnetta, Riccardo Cingillo

Editore:  Progetto Mare Edizioni - Sciacca (AG)

Anno: maggio 2016     

Dimensioni: 20,5 x 29,5 pagg. 330 con foto e disegni a colori, copertina in brossura

ISBN: 978-3-16-148410-0

Prezzo: 35,00 €

 

Recensione di Marcello Polacchini
Un libro molto bello, realizzato a cura del Team Ombre dal Fondo del quale fa parte anche il mio amico Massimiliano Piccolo, che per la prima volta offre una panoramica sui relitti custoditi nel mare di Sicilia, raccontati attraverso documenti storici, splendide fotografie, disegni e dipinti.
Il volume conduce il lettore in un periplo della Sicilia, descrivendo relitti di aerei, sommergibili e navi, noti e meno noti, evidenziando attraverso fantastiche immagini subacquee la ricca flora e fauna che si sono sviluppate su di essi.

I relitti sono dei veri e propri “archivi” di storie e di memorie, e rappresentano un patrimonio da salvaguardare e da valorizzare. Il volume intende proprio portare alla luce queste storie, facendo riscoprire da un lato relitti già conosciuti ma che le nuove attività di ricerca hanno contribuito a far conoscere meglio, e dall’altro facendo scoprire relitti sconosciuti, individuati dal Team Ombre dal Fondo anche grazie alle testimonianze di persone che ricordano le storie di episodi di guerra relativi ai relitti individuati.
Un libro che non può assolutamente mancare nella biblioteca di qualunque appassionato di immersioni sui relitti!

torna all'indice

Titolo: IL MEGLIO DELL'ITALIA SOTT'ACQUA

Dal Tirreno all'Adriatico, le immersioni da non mancare.

 

Autori: Francesco Saverio D’Aquino, Fabio Perozzi

Editore: Nutrimenti, Roma

Collana: Mare

Anno: giugno 2017

Formato: 16,5 x 22 pagg.162 copertina in brossura

ISBN-13: 9788865945087

Prezzo: 19,00 €

Recensione
Le mete subacquee più ambite d’Italia con un’attenzione particolare alle aree marine protette ai siti archeologici e ad alcuni dei relitti più affascinanti del Mediterraneo. Una guida anche fotografica alla scoperta di inediti scorci subacquei di rara bellezza dei fondali italiani.
L’isola del Giglio con le sue immersioni d’autore il corallo nero della parete di Sant’Angelo di Ischia le passeggiate subacquee in compagnia dei barracuda di Ventotene. Ma anche location uniche al mondo come il Parco Archeologico Sommerso di Baia fra ville e mosaici immersi in una nuvola di pesci o le meraviglie della Sardegna: La Maddalena e Tavolara Cala Gonone e la grotta del Bue Marino. E infine i relitti come quello della petroliera Milford Haven il più imponente del Mediterraneo o quello del Messerschmitt Me323 il gigantesco esamotore prodotto per l’aviazione tedesca Luftwaffe.
Un viaggio scandito dal mare e dalle sue meraviglie corredato dalle impressioni dai consigli e dalle indicazioni dei più autorevoli divers della penisola.

Gli autori

Francesco Saverio D’Aquino è nato a Roma nel 1975. Fabio Perozzi giornalista del Tg5 è nato a Roma nel 1969. Entrambi appassionati subacquei hanno ideato e fondato l’Argonautikon Explorer Team. Sono autori insieme a Luca Lucarini dei manuali Blu estremo (2012) Oltre il relitto (2014) e Dimensione Reb (2015) tutti pubblicati presso Magenes.
 

Recensione di Marcello Polacchini
Non si tratta del solito libro di fotografie subacquee, ma è la descrizione di alcune tra le mete subacquee più belle d’Italia, adatte ai vari livelli di esperienza. In molte di queste io mi sono immerso e la precisa descrizione degli autori mi ha fatto rivivere le emozioni vissute sott’acqua.
Il libro scorre velocemente come i minuti di una bella immersione, e ogni pagina è raccontata dagli autori con accurate descrizioni, corredate da molte fotografie e informazioni ed anche con citazioni di autorevoli subacquei, alcuni dei quali conosco personalmente.

torna all'indice

 

 LEGGERE SVILUPPA LA MENTE E FA BENE !       Torna all'indice generale del sito